facebook rss

Scuole, servono 3,8 milioni
per migliorare la qualità

GROTTAMMARE - Il Comune presenta il fabbisogno alla Regione Marche per la richiesta di finanziamento. Un cantiere storico per l’edilizia scolastica cittadina è già attivo nella scuola Speranza in via Garibaldi. L’immobile di interesse storico architettonico tornerà ad avere una copertura in legno che ne migliorerà la sicurezza

Oltre 3,8 milioni di euro per migliorare la qualità strutturale degli edifici scolastici cittadini. E’ quanto emerso dalla ricognizione svolta dai tecnici dell’area gestione opere pubbliche, a seguito dell’avviso emanato dalla Regione Marche per la formazione delle graduatorie dei progetti finanziabili, scaduto a fine giugno.

Il cantiere nella scuola “Speranza” 

Per presentare domanda per l’inserimento del fabbisogno all’interno del Piano Regionale triennale 2018-2020 e del Piano annuale 2018 in materia di edilizia scolastica e per la richiesta di finanziamento, la giunta comunale ha avviato l’iter amministrativo, approvando i progetti di fattibilità tecnica ed economica studiati dai tecnici per ogni singolo edificio. In generale, si tratta di opere di messa a norma e miglioramento funzionale degli edifici, in qualche caso anche di ampliamento. Gli interventi riguardano due lotti per la scuola in via Battisti (intervento di messa in sicurezza aula sud-est e interventi di adeguamento sismico e miglioramento dell’efficienza energetica) per un valore complessivo di 310.176 euro; due lotti per la scuola in via Toscanini  (adeguamento sismico e miglioramento dell’efficienza energetica e interventi di miglioramento della funzionalità) per circa 1.415.995 euro; un lotto per la scuola “Giuseppe Speranza” (miglioramento energetico e della sicurezza dell’antico cornicione ligneo e di elementi in laterizio, intonaco e cemento degli apparati decorativi originari dell’edificio) per un valore di 377.179 euro; due lotti per la scuola in via Alighieri (adeguamento sismico ed efficienza energetica, sicurezza e funzionalità, con recupero dell’interrato e in continuazione con altri interventi realizzati nel corso degli anni) per un valore di 856.368 euro; due lotti per la scuola in via Marche (adeguamento sismico, con un sistema di smorzatori sismici e la sostituzione della struttura di copertura in cemento armato con una nuova in legno, e miglioramento dell’efficienza energetica e della funzionalità, con sopraelevazione di un nuovo piano nel lato sud est) per 875.726 euro.
«Come sempre abbiamo fatto  essendo ridottissime le risorse comunali per gli investimenti, andiamo a cercarne altrove, partecipando ai bandi degli enti a noi superiori. Questa volta abbiamo messo in fila, plesso per plesso, tutte le esigenze di messa in sicurezza, ampliamento delle nostre scuole. Un piano ambizioso che richiederà molti anni per essere realizzato. Iniziamo da qui», dichiarano il sindaco Enrico Piergallini e l’assessore ai lavori pubblici Manolo Olivieri.
Intanto, un cantiere storico per l’edilizia scolastica cittadina è già in corso: si tratta dei lavori di sostituzione del tetto in cemento armato della scuola Speranza in via Garibaldi. L’immobile -decretato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali di interesse storico architettonico- tornerà ad avere una copertura in legno che ne migliorerà la sicurezza nelle situazioni di emergenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X