facebook rss

Rubavano Ford, la Mobile li insegue
Braccati ad Ancona e arrestati
(Il video dell’inseguimento)

L'OPERAZIONE condotta all'alba anche dalla Squadra di Ascoli. In corso gli accertamenti per stabilire se i 4 pregiudicati pugliesi siano gli stessi ad aver compiuti i raid ladreschi lungo la costa, con furti anche a Grottammare e Pedaso

E’ stata catturata la “banda delle Ford”? Sembrerebbe di sì, anche sono sono in corso gli accertamenti del caso. Fatto sta che alle prime luci dell’alba di giovedì 5 luglio, in quel di Ancona, è stato braccato un gruppo di quattro pregiudicati in flagranza di furto. Da stabilire se sono gli stessi che negli ultimi tempi si sono specializzati nel sottrarre auto prodotte dal marchio statunitense. Furti che avvenivano quasi sempre in prossimità nelle cittadine rivierasche, soprattutto in quelle vicine alle uscite dell’A14. Casi si sono verificati a Pedaso e Grottammare, tra gli altri.

 

La banda, composta da giovani, è stata arrestata alle prime luci dell’alba da un team formato dalla Squadra Mobile di Ascoli, unitamente a personale delle locali Squadra Volante, Squadra Mobile e del Radiomobile dei Carabinieri. Tre di loro sono di Cerignola (Foggia), R. N. (classe 1990), R.M. (1989) e D. M. (1987), mentre B.A.A. (1993), seppure residente in Puglia, è di origini rumene.
L’arresto è avvenuto dopo che una pattuglia, nel transitare nell’area di servizio Piceno Est, aveva notato defilata sotto una pensilina una Ford Focus con quattro soggetti a bordo, alcuni noti alle forze dell’ordine come pregiudicati dediti a furti di autovetture, pronta a percorrere l’autostrada in direzione Nord. L’autovettura è stata seguita sino ad Ancona: poi, in via Maggini, l’equipaggio ha notato scendere uno degli uomini, pronto a salire a bordo di un’altra Ford Fiesta. A quel punto, supponendo che l’autovettura fosse stata rubata, gli uomini della volante e del radiomobile di Ancona fermavano la Focus in via 1° Maggio con i tre uomini, mentre la Fiesta imboccava l’autostrada ove veniva bloccata all’altezza di Loreto, dopo un tentativo di fuga.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X