facebook rss

“Mangialonga 2018” già sold out
In 800 tra cibo, musica e natura

OFFIDA - Il 22 luglio quinta edizione della kermesse che propone dieci tappe collocate nell'affascinante percorso di 6,5 km tra paesaggi incontaminati e sapori della campagna. Tanti gli chef impegnati, da Sergeev a Ventresca passando per Damiani e Citeroni Maurizi

Il conto alla rovescia è iniziato. Il sold out…pure. La quinta edizione della “Mangialonga Picena” si avvicina di gran carriera con la sua messe di eventi, natura e cibo gourmet. Il 22 luglio lungo i vigneti e le campagne di Offida alla scoperta dei vini e dei prodotti tipici in compagnia di chef, vignaioli, piccoli produttori e tanta musica. Il tutto lungo dieci tappe collocate nell’affascinante percorso di 6,5 km tra paesaggi incontaminati e sapori genuini.

Un momento della “Mangialonga”

Il punto di ritrovo per gli 800 partecipanti, numero massimo consentito (e raggiunto già a fine maggio) sarà piazza de Popolo: da qui si partirà in piccoli gruppi, dalle 10,30 alle 14, dopo aver ricevuto il kit ufficiale della passeggiata. Una sfiziosa composizione di prosciutto, fichi e pecorino del Ristorante Attico sul Mare abbinata ai vini della cantina San Giovanni di Offida sarà l’aperitivo di inizio giornata che i partecipanti potranno gustare nella vicina Enoteca Spazio Vino (Chiostro San Francesco) prima di salire a bordo del bus navetta che li condurrà alla Tenuta Cocci Grifoni.
Da qui il percorso continuerà a piedi tra i filari dell’Offida Docg, non prima però di aver assaporato la pizza “L’orto estivo” del Morrison’s Pub e le pallottine di quinoa, cacio, ovo e datterini dello chef Luca De Cesaris (ristorante “Al Piccolo Teatro”) sorseggiando un calice di vino della cantina ospitante. La terza tappa della Mangialonga vedrà protagonisti alla cantina Ciù Ciù i tradizionali fritti ascolani reinterpretati in chiave moderna dagli chef Sabrina Tuzi e Luca Bevere (La Biglietteria Bistrot) e Gianmarco Di Girolami (Blob Caffè&Ristorante) che proporranno rispettivamente una parmigiana e maionese di mare e un pollo, zenzero, olive e anguria sulle note e suggestioni musicali e artistiche di DueDarte.
Due primi d’autore, vini eccellenti, il folk e lo swing dei Fidanza Jazz Combo accoglieranno gli enogastronauti all’azienda agricola “Aurora”. Lo chef Roberto Di Sante (Caffè Meletti) servirà una rosetta al ragù bianco con pomodoro alla brace, piselli, parmigiano liquido e terra di oliva tenera, mentre Alcide Andrea Romani (“La Croisette”) presenterà la sua interpretazione della pasta al tonno.

Tra il verde del boschetto del Fiobbo il mastro gelatiere Fabio Bracciotti (sorbetteria “Crème Glacée”) proporrà il suo Sharbat, un gelato al pistacchio, caffè e cocco in versione alcolica (con anisetta) o analcolica (con cocco rapè) prima della salita che condurrà alla cantina Paolini e Stanford. Qui, seduti nella terrazza panoramica e sulle note pop bossa jazz della band Mappezz Scioh Quartet, ecco il “Rosbif e piselli” dello chef Daniele Citeroni Maurizi (Osteria Ophis) e il “Rabbit” dello chef Nikita Sergeev (“L’Arcade”) prima di passare alla selezione di formaggi marchigiani d’eccellenza proposta dalle aziende agricole Fontegranne, Caprì e Campagnolo da abbinare ai vini dell’azienda San Filippo nel giardino dell’omonima chiesa.

Dopo questo pieno di sapori il bus navetta trasporterà i partecipanti nel ritorno ad Offida per il gran finale. Davanti al locale Vi/Strò lo chef Simone Ventresca (Antico Caffè Soriano) servirà il Soriano innamorato con crema soffice al lime, caramello al melitolo, gocce di liquirizia e crumble alla mandorla da gustare con i vini di Tenuta La Riserva, mentre al Ciù Ciù showroom a deliziare i camminatori sarà l’insalata concia dello chef Luigi Damiani (Degusteria del Gigante) servita con il Meletti Mule (amaro Meletti, succo di lime e ginger beer Bibite Paoletti) dell’azienda Meletti Silvio.
Nel punto di arrivo in piazza del Popolo sarà allestita una galleria di eccellenze picene: il vin cotto dell’azienda Colline Offidane, il liquore de Il Caffè del Marinaio, il funghetto offidano di Fior di Farina, le bionde e le rosse del Birrificio artigianale Carnival, l’elisir di lunga vita dell’Anisetta Rosati e il caffè di Orlandi Passion. La performance musicale sarà appannaggio della band tutta al femminile The Holograms.
Ogni tappa prevede varianti vegetariane e senza glutine da richiedere al momento dell’iscrizione, i vini proposti sono la Passerina, il Pecorino, il Montepulciano e altre tipologie dell’Offida Docg e del territorio.
In caso di maltempo l’evento si terrà domenica 29 luglio con lo stesso programma.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X