facebook rss

“RisorgiMarche”, nona tappa nel Piceno
Sul palco la magia di Irene Grandi

ACQUASANTA TERME - Dopo lo slittamento a causa del maltempo il concerto si terrà il 24 luglio nella frazione di Cagnano. La cantante di "Fuori e "Bruci la città" torna dopo oltre dieci anni: nel 2007 si esibì, applaudita, al teatro Ventidio Basso di Ascoli. Le istruzioni per raggiungere la zona concerto

di Luca Capponi 

“RisorgiMarche” torna nel Piceno. E lo fa con una delle voci più belle della musica italiana. Quella di Irene Grandi. La cantante di “Fuori” e “Bruci la città” sarà protagonista il prossimo 24 luglio (in origine era il 23, spostamento dovuto causa maltempo) nel piccolo borgo di Cagnano, comune di Acquasanta Terme. Si tratta della nona tappa del festival ideato da Neri Marcorè per portare attenzione (e gente) sui luoghi colpiti dal sisma attraverso l’arte della musica. Come sempre, la proposta è formata da un live di impatto (con inizio alle 16,30) in una location suggestiva, i Piani di Cagnano.

Irene Grandi

Luogo suggestivo, che di sicuro farà il paio con la solarità e il fascino della Grandi (per i fan ammaliati dalla bellezza toscana che non lo sapessero, news rosa: si è sposata da poco) ma soprattutto con le sue canzoni pop che ormai da più di vent’anni tengono compagnia a tanti ascoltatori; dall’esordio omonimo (1994), con pezzi come “Un motivo maledetto“, “Tvb”, la già citata “Fuori” e, manco a farlo di proposito, “Sposati! Subito!“, fino all’ultimo disco “Un vento senza nome” del 2015. Curiosità: per lei si tratta di ritorno a distanza di oltre dieci anni, visto che nel 2007 si esibì, con successo, nel teatro Ventidio Basso di Ascoli.
Data la particolarità del luogo, i Piani di Cagnano, come al solito occorre seguire per bene le indicazioni fornite dall’organizzazione, che anche stavolta ha reso noto che non ci sarà bisogno di prenotazioni online relativamente ai pass per il parcheggio di auto e moto, che avverrà in un’area attrezzata con 1.000 posti. Nessuna restrizione, invece, per le biciclette.
Due i modi possibili per raggiungere, a piedi, la zona concerto. Il primo prevede una percorrenza di 5,5 chilometri dal campo sportivo di Paggese, di cui oltre la metà su strada asfaltata, per un dislivello di 350 metri e un tempo di percorrenza di un’ora e mezza circa. Il secondo è simile, ma destinato a chi arriva in autobus: si parte sempre da Paggese, stessa distanza ma con un dislivello maggiore (420 metri).
Alla fine del concerto ci sarà spazio per un “Dopo Festival” con degustazione e vendita di prodotti del territorio, che si terrà nell’area in prossimità dei parcheggi. “RisorgiMarche” tornerà in provincia di Ascoli il 27 luglio a Quinzano (Force) con Andrea Mirò e il 2 agosto con la performance dello Gnu Quartet insieme allo stesso Marcorè sul Colle San Giacomo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X