facebook rss

Vivarini “chiama” Brosco
In mediana spunta l’ivoriano Koné
Foggia “graziato” in appello

SERIE B - Confronto per l'attaccante foggiano Beretta in stand by. La formazione bianconera ha raggiunto Cascia e svolto il primo allenamento nella sede del ritiro.

di Claudio Romanucci
Il mercato dell’Ascoli si accende. La società bianconera serra i tempi, tenta di recuperare i quasi 20 giorni di ritardo subiti nella trattativa per il cambio di proprietà e, con determinazione, intavola confronti, valuta e… chiude con le firme.
Dopo Valeau e Cavion (quest’ultimo oggi in sede ha formalizzato la documentazione con lo vede passare in bianconero a titolo definitivo con un triennale) il dg Lovato ed il ds Tesoro operano in sinergia, e nei rispetto dei ruoli, per consegnare quanto prima “materia prima” a Vivarini.

Riccardo Brosco

L’Ascoli è ormai vicino a Riccardo Brosco: il difensore classe ‘91 è pronto a lasciare il ritiro del Verona per venire nel Piceno. Viene dalla società gialloblù ma lo scorso anno ha disputato 16 gare in B col Carpi. Vivarini lo ha avuto a Latina, squadra con cui il giocatore ha militato per 4 stagioni collezionando 128 presenze (10 reti). Per l’attacco resta al momento in stand by il confronto per l’attaccante del Foggia Beretta. A centrocampo spunta il nome del 28enne ivoriano Moussa Koné (Frosinone).

ASCOLI A CASCIA
I bianconeri hanno raggiunto questa mattina il ritiro di Cascia e nel pomeriggio, alle ore 17, hanno svolto sul campo dell’hotel La Reggia la prima seduta di allenamento. Senza Mogos, trasferitosi alla Cremonese e senza Carpani e De Angelis, rimasti ad Ascoli per superare i rispettivi problemi fisici, sono 26 i bianconeri saliti sul pullman per Cascia. Tredici sono le stanze doppie occupate dai calciatori.

Konè

La squadra proseguirà il lavoro con due sedute di allenamento al giorno (orari 9.30 e 17) fino al 3 agosto, quando rientrerà in Città in vista del primo impegno ufficiale con la Tim Cup (5 agosto).

SCONTO PER IL FOGGIA

Intanto la Corte di Appello Federale di Roma ha ridotto sensibilmente la penalizzazione a carico del Foggia. Si passa dal -15 del primo grado al -8 attuale. Ridotte anche le squalifiche ai tesserati e assolto l’ex allenatore De Zerbi e il suo staff.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X