facebook rss

Piazzarola e Sant’Emidio
ai Campionati italiani
sbandieratori e musici

ASCOLI - A Ferrara si svolge la tre giorni della Tenzone Argentea. Un sogno nel cassetto per i gruppi bianco-rossi e rosso-verdi: la promozione in Serie A1 (Tenzone Aurea)

Gli sbandieratori di Sant’Emidio premiati in occasione delle gare ascolane in Piazza Arringo (Foto Vagnoni)

di Andrea Ferretti

Per tre giorni torna altissima la concentrazione all’interno di due Sestieri. E’ infatti questo il fine settimana in cui Piazzarola e Sant’Emidio partecipano ai Campionati italiani sbandieratori e musici di Serie A2 o, come vengono chiamati dalla Federazione nazionale sbandieratori (Fisb), Tenzone Argentea. Concentrazione a livelli stratosferici, come è accaduto ad Ascoli il 7 e 8 luglio quando i Sestieri si sono sfidati con bandiere, chiarine e tamburi. Pathos che tornerà quindi a toccare picchi forse nemmeno raggiunti con l’avvincente ultima notturna della Giostra: quella corsa di cavalli che al vecchio Squarcia compiono un otto al galoppo con in groppa un fantino che deve centrare al meglio un bersaglio posto sul braccio di un “pupazzo” che in molte parti d’Italia chiamano “buratto” ma che da queste parti si chiama Moro o Saraceno.

Oggi (cerimonia di apertura), domani e domenica le gare degli sbandieratori si svolgono a Ferrara, altra città sede di rievocazione storica, quella che tanti anni fa – insieme a Faenza – fece per prima scuola (e breccia) nel mondo delle gare sbandieratori/musici creando un modello nel modo di sbandierare e suonare che oggi è diventato unico dal Veneto e dal Piemonte fino alla Puglia e alla Sicilia. Ma è giusto che sia così, trattandosi fondamentalmente di una competizione sportiva. Che, come tale, non ha nulla a che vedere con una rievocazione storica anche se il mix diventa inevitabile. Per fortuna che nella Quintana di Ascoli sono vietati – giusto per fare qualche esempio – guanti bianchi da cameriere indossati dalle chiarine, strumenti a fiato di ogni tipo, tamburi rullanti di ultima generazione, occhiali e altro. Dal 2019, alla Quintana, stop anche alle bandiere con pali al carbonio (che comunque non si vedono) e teli trasparenti e serigrafati.

Piazzarola (da anni) e Sant’Emidio (per la prima volta dopo la promozione dalla A3 dello scorso anno) partecipano a queste gare nazionali di A2 a Ferrara con un sogno: raggiungere in Serie A1 (Tenzone Aurea) nel 2019 i Sestieri di Porta Maggiore, Porta Romana e Porta Solestà che quest’anno disputeranno la “Tenzone Aurea” il 7, 8 e 9 settembre, sempre a Ferrara.

I tamburini della Piazzarola nel giorno della Giostra al Campo dei Giochi (Foto Vagnoni)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X