facebook rss

Teatro, musica, sagre e
l’immancabile “Medioevo Festival”
Estate per tutti i gusti a Cossignano

NEL PROGRAMMA spicca la quindicesima edizione della kermesse dedicata al tempi di dame e cavalieri, in calendario dal 27 al 29 luglio in centro con esibizioni, fuochi, cibo e cortei. Dal 3 al 6 agosto la tradizionale "Festa e Sagra del Fritto Misto"

Una veduta di Cossignano

di Luca Capponi 

Nel ricco calendario estivo spicca senza dubbio il “Medioevo Festival“, in rampa di lancio dal 27 al 29 luglio in piazzale Europa. Ma il cosiddetto “ombelico del Piceno” propone anche sagre, musica e teatro, tutte accomunate dalla fantastica location che è il borgo di Cossignano e dalla sinergia tra Comune e Pro Loco Cossinea.

Uno spettacolo di fuoco de “La Pandolfaccia”

L’evento clou, si diceva, è giunto alla sua quindicesima edizione con il suo fantastico calarsi nell’epoca di saltimbanchi e cavalieri. Per tutti e tre i giorni, dalle 19,30 ad ingresso libero, spettacoli cibo e animazione, col clou delle festa del 28 luglio, quando si comincia con l’esposizione di rapaci di Messer Alessandro (via Passali), mentre alle 21,45, da piazzale Europa, partirà il corteo con dame, cavalieri, musici, sputafuoco a cura del gruppo storico “La Pandolfaccia” di Fano. Alle 22, in piazza Garibaldi, ecco l’apertura della “taberna” con i frati cercatori e le bontà di cacciannanze e mortadella, vino, vino cotto e birra; gli stessi fraticelli che, per le vie del centro, dispenseranno preghiere e penitenze e assoluzioni. Stesso orario, ma in largo Bernabei, spaio ai giochi popolari dei “trovatelli” seguiti dalla balia, mentre in piazza Umberto I torna “La Pandolfaccia” per una serie di spettacoli di bandiera. Alle 22,30 l’ensemble di musica antica “Errabundi Musici” proporrà il suo live basato su strumenti in uso nel 1300 (pive, cornamuse, flauti, tamburi) con repertori inusuali e scene di vita dell’epoca (piazza Umberto I), cui seguiranno balli di corte, combattimenti, spettacoli di fuoco e gran finale con bandiere sempre a cura de “La Pandolfaccia”. Chiusura alle 23,30 in piazza Santucci con lo spettacolo conclusivo di fuoco e falchi curato da Messer Alessandro e la sua Madonna.
In contemporanea si terrà la sagra medievale “Gli antichi sapori del castello”.
Il programma cossignanese prosegue, dal 3 al 6 agosto, con la tradizionale “Festa e Sagra del Fritto Misto” (in piazzale Europa), che vedrà ogni sera un’esibizione: si parte con gli Evergreen, poi Blue Night, il tributo a Gianni Morandi di Gianfranco Lacchi e quello ai Nomadi del Trio Nomade.
L’8 agosto alle 21,30 in piazzale Europa sarà la volta del gruppo teatrale “Settemmezzo” di Ripatransone con “Una moglie da tre milioni“, commedia di Giuseppe Braconi liberamente adattata i dialetto da Giorgio Cardarelli.
La chiesa dell’Annunziata sarà protagonista il 10 agosto con il concerto per organo e voce di Caterina Tonini (soprano) e Gianluigi Spaziani (organista), nell’ambito della venticinquesima rassegna internazionale di musica per organo “Riviera delle Palme”.
Dal 12 al 15 agosto si terrà la “Sagra del cinghiale e spettacoli musicali“. I festeggiamenti per Santa Maria Assunta, si terranno invece il 14 agosto con la solenne processione (e messa) per le vie del centro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X