facebook rss

Club 41, Castellano presidente
Continua l’impegno
nelle zone del sisma

ASCOLI - Il neoeletto succede a Corrado Alfonzi. Il vice sarà Gianluca Lelii. Durante la cerimonia del passaggio di consegne, il past presdent nazionale Onofri ha rilanciato il progetto “un Cuore per Arquata”, che realizzerà un centro polivalente a Borgo

Nerio Castellano è il nuovo presidente del Club 41 di Ascoli. E’ stato eletto all’unanimità dall’assemblea dei soci che ha premiato uno dei grandi trascinatori del sodalizio ascolano, che da diversi anni riveste il ruolo di vicepresidente. Castellano succede a Corrado Alfonzi, il quale ha diretto il club per due anni. La cerimonia del passaggio delle consegne è avvenuta all’Agriturismo Coppo 1873 di Montalto Marche, alla presenza del past presidente nazionale Claudio Onofri, del consigliere nazionale Filippo Visocchi del vicesindaco di Arquata Michele Franchi.

Il nuovo direttivo del Club 41

«Il Club 41 é sorto con lo scopo di offrire ai membri della Round Table che hanno superato i 40 anni ed ai loro amici la possibilità di continuare a vivere lo spirito di associazionismo e di amicizia che la contraddistingue. -ha detto il neopresidente Castellano- E’ formato da uomini che sono legati tra loro non da interessi economici, di gruppo o di partito, ma da spirito di amicizia, stima reciproca e dal rispetto che nasce dalla comune volontà e consapevolezza di perseguire gli stessi ideali».

Il nuovo direttivo del Club 41 di Ascoli è composto, oltre che da Castellano e dall’ex presidente Alfonzi, dal vice Gianluca Lelii, da Domenico Cellini, Fabio Petroni, Pietro Marini, Cesare Buonfigli, Gianluca Tondi e dai consiglieri Emilio Fares, Alessandro Michelangeli Prosperi, Paolo Nespeca, Domenico Vannicola e Antonio Cocci.

Durante la cerimonia del passaggio delle consegne, Onofri ha aggiornato i soci in merito allo sviluppo del progetto “un Cuore per Arquata” che il Four Clubs One Vision (costituito da Club 41, Club Agorà, Round Table, Lady Circle) finanzierà in partnership con l’Associazione Nazionale Alpini a Borgo 2. Detto progetto prevede la realizzazione di un centro polivalente con aree dedicate all’aggregazione, ad uffici a supporto delle attività colpite dal sisma ed alla formazione. Alfonzi ha invece illustrato l’iniziativa del Club 41 Trieste 1 che donerà alle aree terremotate 10 calcio balilla da utilizzare nei centri appositamente realizzati. Il Club 41 Ascoli Piceno 17, referente sul territorio, provvederà entro il mese di settembre a consegnare i doni a dieci centri polivalenti individuati sul territorio colpito dal sisma.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X