facebook rss

“Alle 5 da me”, lo spettacolo
decolla al Ventidio Basso

ASCOLI - Presentazione in Comune dell'ultima fatica di Stefano Artissunch affidata alla collaudata coppia gaia De Laurentis-Ugo Dighero. Disegno luci dell'ascolano Giorgio Morgese

di Stefania Mistichelli

Stefano Artissunch ci riprova e dopo il successo dell’Inquilina del piano di sopra torna in teatro con la stessa squadra ed un nuovo spettacolo: “Alle 5 da me”. «Siamo partiti da un altro testo bellissimo di Pierre Chesnot – racconta – e mantenuto lo stesso gruppo di lavoro. Due attori, Gaia De Laurentis e Ugo Dighero, che si cimentano in dieci personaggi, cinque a testa, e una squadra con la quale abbiamo lavorato benissimo: dalla scenografia di Matteo Soltanto, ai costumi di Marco Nateri, al disegno luci di Giorgio Morgese, all’assistente alla regia Chiara Acaccia. La colonna sonora è della Banda Osiris, con musica dall’inizio alla fine. Il risultato è esilarante, quasi brechtiano». Squadra che vince non si cambia, dunque. A rappresentarla sul palco, la collaudata coppia De Laurentis-Dighero. «Quello che temevo – afferma Gaia De Laurentis – era che, essendo le stesse persone a lavorare insieme, rischiassimo di battere strade conosciute. Invece questo spettacolo è un lavoro del tutto nuovo con idee e trovate incredibili. Non a caso Danila  (Danila Celani di Synergie Teatrali, ndr) ha definito la scenografia un “enorme parco giochi per adulti”. Quando ho conosciuto Stefano e Danila mi chiedevo come potessero lavorare in una realtà di provincia, invece poi ho capito che Ascoli è uno dei loro punti di forza. È stata davvero un’inaspettata sorpresa». I due attori sul palco dovranno destreggiarsi, dunque, con dieci personaggi diversi. «Si tratta di una commedia nella quale ogni personaggio ne incontra cinque maschili e cinque femminili, quindi ognuno di noi interpreta sia il personaggio fondamentale – spiega Ugo Dighero – sia tutti gli altri; in questo siamo stati aiutati molto dalla scenografia, che aiuta la fantasia e la narrazione senza banalizzare».  Un allestimento messo a punto al Ventidio Basso per uno spettacolo che debutterà dal 5 al 7 agosto in anteprima nazionale al 53° Festival di Borgio Verezzi, in provincia di Savona, per poi partire in un tour che da novembre ad aprile lo porterà nei teatri di diverse città italiane.

«Devo ringraziare afferma il regista Stefano Artissunch – questa città che ci dà la possibilità di creare: non è semplice, invece noi ad Ascoli siamo riusciti sempre a creare spettacoli che poi vanno in giro in tutta Italia». «In questa città – commenta il sindaco Guido Castelli – si sono create le condizioni migliori perché la cultura e l’arte possano trovare un habitat naturale per crescere e il lavoro di Synergie Teatrali lo dimostra».

Il sindaco Guido Castelli con i protagonisti dello spettacolo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X