facebook rss

Samb, faccia a faccia Fedeli-Gianni
In ballo le dimissioni presentate dal diggi

SERIE C - Un confronto che serve per fare chiarezza sulla vicenda di alcune pendenze arretrate con un fornitore del club del Riviera delle Palme, poi saldate dal presidente. Preso il giovane portiere Rinaldi

Il presidente Franco Fedeli e il direttore generale Andrea Gianni (Foto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

E’ in programma intorno alle ore 21 il summit tra Franco Fedeli e il diggi Andrea Gianni. All’ordine del giorno le dimissioni presentate ieri dal legale romano. Un confronto che servirà anche per fare chiarezza su tutta la vicenda nata a causa di alcune pendenze arretrate con un fornitore del club del Riviera delle Palme, poi saldate senza problemi dal presidente Franco Fedeli. Nella tarda serata se ne saprà sicuramente di più. Domani mattina il patron rossoblù inaugurerà il nuovo supermercato Elite a Grottammare.

Intanto la Samb, oltre ad Andrea Gemignani, ha chiuso l’ operazione con il portiere classe ’98 Fabio Rinaldi nella passata stagione al Messina. Un elemento che il diesse Francesco Lamazza conosce bene per averlo avuto lo scorso anno proprio nella formazione peloritana.

L’allenatore rossoblù Magi (Foto Cicchini)

SQUADRA – La Samb continua la preparazione nel ritiro umbro di Roccaporena in vista dell’esordio in Tim Cup contro l’Unione Sanremo in programma domenica prossima con fischio d’inizio alle 18,30. Beppe Magi dovrà rinunciare ad Elio Calderini (squalificato) e Gabriele Kernezo, alle prese con un leggero infortunio. I duri carichi di lavoro di questi giorni e le condizioni non al top di alcuni rossoblù, potrebbe indurre il tecnico a confermare il 4-4-2 visto nell’amichevole con il Cascia. E quindi ecco in avanti la coppia formata da Stanco e Islamaj. Ma non è poi così peregrina l’ipotesi che la Samb possa schierarsi con il 4-3-1-2 con lo stesso Islamaj nel ruolo di trequartista e con il tandem offensivo formato da Stanco e Di Massimo.

RIPESCAGGI – Sono cinque le domande di ripescaggio presentate in Lega Pro a Firenze. Complete e quindi ripescaggio a un passo per Juventus B (unica seconda squadra, dopo le rinunce di Milan e Torino), Cavese e Imolese. Resta da capire se il Prato sia riuscito a risolvere in extremis il problema stadio mentre il Como ha presentato l’ istanza ma con problema alla fideiussione. Quindi tre sicure e due in bilico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X