facebook rss

La bontà del fritto misto
a chilometro zero

COSSIGNANO - Tutto pronto per l'undicesima edizione della sagra che celebra olive, cremini e le prelibatezze della tradizione Picena. Appuntamento dal 3 al 6 agosto con un menù che prevede anche la musica di Evergreens, Blue Night, Morandiamo e Trio Nomade

Fritto misto e…dintorni. Rigorosamente preparato da mani sapienti. Altrimenti che gusto c’è. Dal 3 al 6 agosto, dalle 19,30 e fino a notte fonda, l’appuntamento è nel piazzale Europa con la undicesima edizione della “Sagra tradizionale del fritto misto all’ascolana“.

Arriva il fritto

Curiosi, buongustai e non solo, perché c’è spazio anche per la musica. In cabina di regia, la Pro Loco Cossinea. Sul tavolo un piatto genuino, per  un menù capace di deliziare anche il palato dei più esigenti: dalle mezze maniche al profumo di bosco fino alla rinomata oliva ripiena di carne che accompagna il non meno celebre cremino, tutto proveniente da un laboratorio di Cossignano che garantisce tecniche di produzione manuale-artigianale, rispettose delle tradizioni, oltre di genuina e fresca qualità. Il piatto, arricchito anche con anelli di cipolle, funghi, zucchine e tagli di tacchino fritto, quest’anno prevede l’aggiunta di una nuova prelibatezza: il formaggio fritto. Vini rigorosamente locali del territorio che coltivano vitigni autoctoni come Pecorino, Passerina e Rosso Piceno.
Per quanto riguarda i concerti, dalle 22, ecco gli Evergreens (3 agosto), Blue Night (il 4), Morandiamo con Gianfranco Lacchi (tributo a Gianni Morandi, 5 agosto) e, infine, il Trio Nomade (tributo ai Nomadi, il 6). Un’offerta musicale molto importante che si auspica possa essere apprezzata da un pubblico, curioso, vasto e variegato per gusti e fasce d’età. Tutti a Cossignano, terra del gusto e delle emozioni!


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X