facebook rss

Ex Carbon, Agostini (Pd):
«Bene la bonifica, ma Castelli
non faccia sciocche allusioni»

ASCOLI - L'ex deputato plaude allo sblocco dell'iter per il risanamento ambientale dell'ex area industriale nel cuore cittadino. «Sono contento, ma resto dell'idea che ci si poteva fare un grande impianto sportivo all'inglese». Anche Ameli esulta per lo sblocco dell'opera: «La presenza alla conferenza stampa, di esponenti di grande spessore fortunatamente già del Partito Democratico, è la certificazione della qualità dell'operazione».

«Lo sblocco della bonifica dell’ex area Carbon è un risultato importante che nessuno può disconoscere ed ora mi aspetto di vedere le ruspe in azione dopo le ferie». Parola di Luciano Agostini, da sempre molto freddo sul progetto di riconversione, che torna a bacchettare il sindaco Guido Castelli in merito alle allusioni, avanzate (senza fare nomi) durante la conferenza stampa di giovedì mattina, sull’interrogazione parlamentare sul “caso Carbon” presentata dall’ex deputato offidano.

Luciano Agostini (foto Vagnoni)

«Ho letto le sciocche allusioni del sindaco -afferma l’esponente del Pd- su una mia interrogazione presentata insieme alla collega Donatella Agostinelli dei 5Stelle e Lara Ricciatti di Sel in merito ai dubbi che avevo e che non sono stati fugati dallo stesso Castelli circa la bonifica e una mega speculazione edilizia sull’area. Ero convinto e resto convinto della validità di altre proposte alternative ai 380.000 metri cubi di edificazioni previste come la creazione di un grande polmone verde o di impianti sportivi sul modello anglosassone. Invece questa amministrazione ha preferito fare altre scelte proseguendo sulla strada di dare risorse pubbliche a pochi a scapito della collettività». Agostini plaude allo sblocco del risanamento ambientale. «Finalmente -dice- dopo dieci anni di rimbalzi su cavilli procedurali e procedure burocratiche si arriva alla bonifica che è un risultato importante per la salute e che nessuno può disconoscere. Ora non ci sono più alibi e ricorsi per non far iniziare le opere per la grande azione di bonifica». Anche il capogruppo del Pd, Francesco Ameli plaude all’avvio della bonifica: «Lo ammetto: ero molto preoccupato -dice- Invece giovedì è stata una bella giornata per Ascoli Piceno. La Giunta comunale ha infatti approvato una delibera in cui dichiara che “Dopo aver garantito la completa bonifica dell’area, la riqualificazione urbana in esame dovrà pertanto espletare il proprio obiettivo nel conseguimento dell’interesse pubblico”. Sono fugate quindi le paure di una bonifica a stralci e pertanto con i lavori che inizieranno a gennaio 2019 il privato, prima di realizzare le volumetrie, dovrà effettuare tutta la bonifica dell’area e delle opere ad essa connesse , come ha ben sottolineato l’assessore Lattanzi e come è chiaramente indicato in delibera. La presenza alla conferenza stampa, di esponenti  di grande spessore fortunatamente già del Partito Democratico, è la certificazione della qualità dell’operazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X