facebook rss

Doppio arresto per una estorsione
e per aver aggredito i Carabinieri

SAN BENEDETTO - Il primo, un 25enne napoletanno, non aveva rispettato le prescrizioni del giudice dopo un arresto avvenuto ad Arzano. Il secondo, un rumeno di 20 anni, si è riufiutato di farsi identificare ed ha reagito con violenza aggredendo i militari dell'Arma

I Carabinieri della Compagnia di San Benedetto e i colleghi della Stazione di Grottammare hanno arrestato due persone, in due distinti momenti per gravi reati. I primi hanno fermato per un controllo un giovane di 20 anni, un rumeno senza fissa dimora che ha reagito scagliandosi contro i militari dell’Arma.

Controllo dei Carabinieri di San Benedetto sul lungomare (Foto Cicchini)

I due carabinieri della pattuglia hanno chiesto rinforzi e sul posto sono giunti altri colleghi che alla fine hanno immobilizzato il ventenne in escandenza caricandolo sull’auto di servizio e conducendolo in caserma. Accusato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale è stato arrestato e condotto nel carcere ascolano di Marino del Tronto.

Guidati invece dal maresciallo maggiore Domenico Princigalli, i Carabinieri di Grottammare hanno invece fatto scattare le manette ai polsi di di un 25enne domiciliato a Grottammare, di origine napoletana e già conosciuto all forze dell’ordine, per non aver rispettato le prescrizioni imposte dal giudice del Tribunale di Napoli dopo essere stato arrestato ad Arzano (Napoli) per estorsione aggravata dal, metodo mafioso. Anche lui ha raggiunto, quasi in contemporanea con il 20enne rumeno, il carcere di Ascoli, in attesa delle decisioni dell’autorità giudiziaria.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X