facebook rss

Serie B, assemblea a Roma
dell’Associazione calciatori:
rischio sciopero prima giornata

SERIE B - Partecipano anche i rappresentanti della Serie C. Contestate Federcalcio e Leghe. Il clima è teso. Il presidente Damiano Tommasi: "Vedremo cosa fare"

La tribolazione del campionato di Serie B 2018-2019, il primo a 19 squadre, non sembra ancora finita. Dopo i numerosi ricorsi e le accese polemiche contro Federcalcio e Lega per l’abolizione dei ripescaggi, a quattro giorni da Brescia-Perugia – gara d’esordio della prima giornata – si profila il rischio di uno sciopero.

Tommasi, presidente dell’Assocalciatori

L’Aic (Associazione Italiana Calciatori) si è riunita in un albergo di Roma, presenti capitani ed esponenti del squadre di Serie B e Serie C. “Sciopero? Non lo so. Faremo una chiacchierata per valutare la situazione dei campionati. Poi decideremo insieme cosa fare”. Affermazione sibillina quella del presidente Damiano Tommasi impegnato a tutelare la categoria. Vero è che tre squadre di meno in Serie B preoccupa non poco l’Assocaciatori.

C’è grande attesa per conoscere cosa verrà deciso. C’è anche l’ipotesi di uno sciopero contro la Federcalcio facendo saltare lavoro prima giornata della serie B in calendario sabato 25, compresi anticipo e posticipi compresi. Non è insomma affatto sicuro che Ascoli-Cosenza, in programma domenica prossima in notturna (ore 21) allo stadio “Del Duca” si giocherà.

B.Fer.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X