facebook rss

Parte la B del dopo Bellini
e l’Ascoli vuole tornare a vincere
Assalto al Cosenza per i primi 3 punti

SERIE B - Esordio contro la matricola calabrese al "Del Duca" (ore 21). E' tutto nuovo: proprietà, squadra, staff e dirigenza, ma non lo stadio. Il presidente Tosti e mister Vivarini cercano un debutto vincente. Le probabili formazioni

I tifosi sono pronti: ecco la spettacolare coreografia presentata nel passato campionato dalla curva sud in occasione di Ascoli-Brescia

di Bruno Ferretti

Le vacanze sono finite, il precampionato pure. È ora di ricominciare. Riparte il campionato di Serie B che vede al via anche il primo Ascoli del dopo Bellini. Per i bianconeri del nuovo corso è il 22° torneo cadetto nel corso dei quali ha conquistato 5 promozioni in serie A. Rispetto al passato campionato è cambiato quasi tutto: il maggiore azionista (Massimo Pulcinelli della “Bricofer Italia” al posto di Francesco Bellini), il presidente (l’ascolano Giuliano Tosti), l’allenatore Vincenzo Vivarini (al posto di Serse Cosmi), lo staff tecnico, circa il 90 per cento della squadra, perfino lo stemma con il ritorno dell’ovale. Insomma, rispetto al recente passato una vera e propria rivoluzione a tutti i livelli. Bellini ha lasciato l’Ascoli tre mesi fa ma nel frattempo, sono successe talmente tante cose che sembra trascorso un secolo. Si parte contro la matricola Cosenza. Sulla carta sembra una partita alla portata dei bianconeri che pregustano la prima vittoria, i primi tre punti. Ma guai lasciarsi ingannare dalle apparenze. Il Cosenza vuole festeggiare il ritorno in B e non sarà un ostacolo fa sottovalutare. Al “Del Duca”, nel campionato “spezzatino”, fischio d’inizio domani alle ore 21. In attesa degli abbonamento, gli spettatori per questa prima del 2018-2019 saranno circa 6.000 (5.437 venduti alle ore 19 compresi i 187 acquistati dai tifosi ospiti). La speranza dei tifosi, dopo tre sofferte salvezze, è poter disputare un campionario finalmente più tranquillo e, magari, raccogliere qualche soddisfazione.

QUI COSENZA – “Dobbiamo farci trovare pronti – ha detto Braglia, allenatore del Cosenza, alla vigilia del match – l’Ascoli è una squadra forte, ha fatto un mercato di livello e dovremo vendere cara la pelle”. Fra i calabresi manca il regista Bruccini, uno degli elementi migliori, mentre l’ex attaccante bianconero Perez andrà in panchina. In campo, invece, altri due ex: Maniero in attacco e il terzino Legittimo a sinistra.

ERBA GIALLA IN CAMPO – Il terreno di gioco del “Del Duca” non è ancora a posto. In diverse zone del rettangolo di gioco non è ancora ricresciuta l’erba e ci sono larghe macchie gialle: occorre intervenire per risolvere il problema. La presentazione della squadra (tradizione ripristinata) oggi a Piazza Arringo ha il sapore di una festa propiziatoria. Buon campionato vecchio, caro Ascoli.

LE PROBABILI FORMAZIONI

Ascoli (3-5-2): Perucchini; Padella, Brosco, Valentini; Kupisz, Baldini, Casarini, Cavion, D’Elia; Beretta, Ardemagni. A disposizione: Lanni, De Santis, Quaranta, Valeau, Addae, Zebli, Parlati, Frattesi, Scevola, Ninkovic, Ganz, Tassi. Allenatore: Vivarini.

Cosenza (3-5-2): Saracco; Capela, Dermaku, Legittimo; Corsi, Verna, Mungo, Garritano, D’Orazio; Tutino, Maniero. A disposizione: Cerofolini, Anastasio, Pascali, Tiritiello, Idda, Palmiero, Bearzotti, Schetino, Varone, Di Piazza, Baez, Perez. Allenatore: Braglia.

Arbitro: Volpi di Arezzo (assistenti Colarossi di Roma e Pagnotta di Nocera Inferiore, 4° ufficiale Zingarelli di Siena).

Stadio: “Del Duca” di Ascoli, inizio ore 21.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X