facebook rss

Si schianta al suolo con il cestello
Tragica fine di un operaio
di 54 anni: era di Castel di Lama

RIPATRANSONE - E' accaduto alla "Design&Design". Soccorso dai colleghi, poi dalle ambulanze della Potes di Offida e della Croce Azzurra di Ripatransone. Allertata pure l'eliambulanza, ma ormai non c'era più niente da fare. Del caso se ne occupano i Carabinieri e il personale Asur addetto alla sicurezza sui luoghi di lavoro

Tragedia nella tarda mattinata di oggi sulla Valtesino, nel Comune di Ripatrasone. Un operaio di 54 anni, D.F. di Castel di Lama, è morto dopo essersi schiantato al suolo mentre si trovava sospeso in area a un’altezza di circa otto metri, all’interno di un “cestello”, intento ad effettuare dei lavori sul tetto della ditta di mobili “Design&Design” che si era appunto rivolto a una ditta di Offida per alcune sistemazioni sulla parte superiore della propria struttura, in particolare si tratta di una canalina. Immediati i soccorsi da parte dei colleghi di lavoro. Sul posto sono poi giunte le ambulanze del 118, sia dalla Potes di Offida che quella della Croce Azzurra di Ripatransone e della Croce Verde di San Benedetto, ma per il 50enne ogni tentativo purtroppo si è rivelato vano.

L’uomo è morto sul colpo a causa delle gravissime ferite riportate alla testa, e a quel punto non è servito allertare l’eliambulanza di “Marche Soccorso”, pronta a raggiungere la Valtesino da Ancona. Sul posto sono arrivati anche i Carabinieri della locale Stazione e i colleghi della Compagnia di San Benedetto. Poi anche gli ispettori dell’Asur che si occupano di infortuni sul lavoro e che, ora, hanno il compito di verificare se erano state rispettate tutte le misure di sicurezza.

(servizio in aggiornamento)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X