facebook rss

Samb, si attendono le decisioni
del Coni per conoscere il futuro

SERIE C - "Subito dopo la decisione del Collegio di Garanzia sui ripescaggi creeremo i gironi e i calendari" dice il presidente della Lega di C, Gabriele Gravina. Quasi certo il ritorno della B a 22 squadre. Da decidere i ripescaggi che interessano diversi club

Russotto, qui in gol su rigore contro il Rimini, è uscito malconcio dall’amichevole con il Notaresco San Nicolò (Foto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

“Subito dopo la decisione del Collegio di Garanzia sui ripescaggi creeremo i gironi e i calendari”. Non ammettono dubbi le parole del presidente della Lega di serie C Gabriele Gravina. “Se ci saranno 4-5 giorni di tempo, quindi se la decisione arriverà all’inizio della prossima settimana – aggiunge – faremo partire il campionato nel prossimo weekend, tra il 15 e il 16 settembre. Altrimenti il primo turno slitterà, forse in notturna, tra martedì 18 e mercoledì 19. Non escludo, in caso di accoppiamenti geografici favorevoli e col pieno spirito collaborativo delle società, di avere alcune gare già di domenica 16 e le altre nei due, tre giorni successivi. Tutto questo affinché nel weekend del 22-23 si possa tenere la seconda giornata di campionato”.

Gravina, presidente Lega di C

E quindi tutto dipende dall’Alta Corte di Giustizia del Coni che è chiamata a decidere sui ricorsi. Sentenza che potrebbe arrivare già domani o al massimo martedì. La sensazione è che si torni al format della Serie B a 22 squadra con il ripescaggio di tre formazioni. E qui sta il nodo gordiano con numerosi ricorsi da risolvere e che potrebbero anche fare slittare la decisione. E proprio su questi ricorsi che la Lega di C è bloccata e non può stilare gironi e calendari. Quindi non resta che aspettare 24-48 ore, e poi via a tutte le operazioni.

Intanto ieri la Samb ha disputato l’ennesimo test amichevole con il Notaresco San Nicolò. Una gara spigolosa in cui non sono mancati colpi proibiti con Russotto uscito malconcio per una botta al polpaccio e, addirittura, con accenno di rissa nel finale. Insomma il clima che si può trovare in campionato. Sotto il profilo tecnico i rossoblù sono sembrati un passo indietro rispetto alla gara con il Rimini. Importanti i novanta minuti di Francesco Signori che ha fatto vedere cose egregie. Da martedì si inizierà a pensare al campionato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X