facebook rss

Attrezzature per lo chalet
pagate con assegni falsi:
nei guai un 74enne e un 51enne

GROTTAMMARE - Denunciati due grottammaresi di 74 e 51 anni, uno dei quali gestore di uno chalet. La merce acquistata da ditte di Forlì e del Maceratese e pagata con assegni risultati poi falsi come i loro nomi. Operazione congiunta dei Carabinieri della locale Stazione e di Acquaviva Picena
...

Il gestore di uno chalet di Grottammare e uno suo compare, due uomini di 74 e 51 anni, sono stati denunciati dai Carabinieri di Grottammare che hanno operato insieme ai colleghi della Stazione di Acquaviva Picena. Il reato contestato ai due è di truffa ai danni di ditte delle province di Forlì e Macerata, per un ammontare di circa 60.000 euro. Tutto è nato dalla denuncia di una delle ditte truffate che aveva ricevuto in pagamento assegni postali non esigibili. A questo punto i Carabinieri sono ben presto risaliti al gestore di uno chalet di Grottammare, luogo di lavoro in cui risultava essere un dipendente. Insieme a un complice, si presentava alle ditte sotto falso nome acquistando arredi per stabilimenti balneari. In questo caso attrezzatura da cucina, lettini, sdraio, giochi per bambini e perfino due pedalò. Tutto materiale che non veniva pagato. O meglio, veniva pagato ma con assegni falsi. Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Fermo, competente per territorio, che ha autorizzato i Carabinieri a procedere alle perquisizioni al fine di ritrovare la merce “incriminata”. I due uomini sono stati denunciati e il materiale ritrovato, nello chalet e in due magazzini, è stato riconsegnato alle ditte che hanno tirato un bel sospiro di sollievo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X