facebook rss

Il caso Fenati tiene banco,
Manzi tende la mano
«Sono pronto a perdonarlo»

MOTOMONDIALE - Dopo quanto accaduto a Misano, il diretto interessato che ha rischiato di farsi male dopo la "follia" dell'ascolano, ha parole che rasserenano il clima: «Non ho nemmeno pensato di fare causa, mettiamoci una pietra sopra»

Il clima sembra rasserenarsi intorno a Romano Fenati. Il pilota ascolano, protagonista del gravissimo censurabile episodio avvenuto sulla pista di Misano mentre si correva la gara di Moto2 del Gran Premio della Repibblica di San Marino e dela Riviera di Rimini, è stato cacciato dal suo team, il Marinelli Snipers. E’ anche saltato il contrattol che nella prossima stagione lo avrebbe legato alla MV Agusta Forward.

Il gesto di Misano

E la Federazione motociclistica italiana, dopo il provvedimento di sospensione per due Gran Premi deciso a caldo subito dopo la bandiera nera e la gara, ha deciso di ritirargli la tessera e la licenza della velocità. Oggi Fenati ha un’audizione in Federazione, il provvedimento non ha grandi possibilità che venga variato, ma il gesto più importante, nei suoi confronti, è quello di Stefano Manzi, il pilota che a Misano si è visto affiancare da Fenati che gli ha poi tirato il freno anteriore rischiando di far succedere chissà cosa, non solo all’avversario messo nel mirino.

 

Stefano Manzi

«Sì, sono pronto a perdonarlo. Diamo tempo al tempo, facciamo sbollire le cose e poi un giorno sì. Non ho fatto causa e non mi sono neanche mosso per farlo, voglio metterci una pietra sopra e andare avanti» ha detto Manzi in una intervista a Sport Mediaset. Ed ha poi aggiunto: «È un brutto gesto, ma non voleva essere cattivo. Provocazione? Non sono assolutamente d’accordo, è sbagliato perché la bagarre e lo sportellate ci sono in pista e non sono fatte per provocare. Ho avuto paura? È stata solo una sbacchettata, non ho fatto neanche in tempo ad avere paura e le cose non sono peggiorate». Manzi ha parlato anche del vatto che nella prossima stagione del Motomondiale avrebbero dovuto essere i due piloti del nuovo team MV Agusta Forward: «Fino a Misano io e Romano non avevamo mai avuto nessun problema. Ora però non sarà più possibile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X