facebook rss

Oltre seimila per la prima gioia
della presidenza Tosti

SERIE B - Applausi per Desio, vecchia bandiera della Del Duca e per ricordare Evangelisti, patron dello sponsor “Air Fire” prematuramente scomparso. Gli abbonati sono 3.474 ma non è finita: la società ha deciso di prorogare la campagna alla prossima gara casalinga

Il presidente Giuliano Tosti con il giovane Riccardo Albanesi (Foto Edo)

di Claudio Romanucci

La prima vittoria della nuova era del presidente Giuliano Tosti. L’Ascoli si mette in carreggiata, prima del riposo si tira su in classifica e regala la prima gioia ai suoi tifosi. Oltre seimila gli spettatori (6.403 tra paganti e abbonati) per una gara dal sapore antico, con 700 sostenitori giallorossi nella Nord. Il dato delle tessere sottoscritte è di 3.474, meno delle preventivate quattromila. Ma non è quello finale: in serata la società ha fatto sapere che riapre la campagna fino alla prossima gara casalinga.

In tribuna c’era la famiglia Pulcinelli accanto ai vertici societari bianconeri. Tosti, prima della gara, ha accompagnato il giovane Riccardo Albanesi per un saluto sotto la Sud: circa un mese e mezzo fa era rimasto vittima di un malore prima di un provino con le giovanili. Applausi anche ad Angelo Desio (74 anni) giocatore della Del Duca negli anni ’60 presente in tribuna e per Luca Evangelisti, patron di Air Fire, sponsor di maglia venuto improvvisamente a mancare (in tribuna la figlia Camilla). La gioia per tutti la firma Ardemagni al 25’ della ripresa, una girata vincente nell’area pugliese che libera i timori di un’altra gara bloccata, sopratutto nella prima frazione. Settecento i tifosi del Lecce in curva nord, quasi tutti a petto nudo. Anche se delusi, dopo il fischio finale hanno continuato a cantare.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X