facebook rss

Ascoli, i tifosi bianconeri
e la fiducia ritrovata:
«Faremo un bel campionato»

SERIE B - Tutti sono convinti che la squadra potrà crescere, e che il riposo di domenica sarà utile per trovare una migliore condizione atletica in attesa della sfida di Salerno considerata un primo esame

Vigilia del campionato: tifosi in festa a Piazza Arringo (Foto Edo)

di Bruno Ferretti

La vittoria contro il Lecce, maturata a metà ripresa grazie al primo gol bianconero di Ardemagni, ha portato l’Ascoli a 4 punti insieme a Benevento, Perugia e Padova. Sul gradino più alto del podio siede il Cittadella a punteggio pieno (3 partite, 9 punti), seguito da Verona (7) e Crotone (6). La classifica comincia un po’ a delinearsi, ma resta (e resterà) sempre una graduatoria molto parziale perchè in ogni turno c’è una squadra che riposa. Nella prossima giornata toccherà proprio all’Ascoli, e sarà un riposo propiziatorio poiché consentirà ai bianconeri di allenarsi e recuperare qualcosa sul piano atletico avendo iniziato in ritardo la preparazione. Tornando alla vittoriosa gara con il Lecce, ecco le loro opinioni sulla partita, sulla squadra e sulla classifica di alcuni tifosi bianconeri

Fabrizio Pasquali

«L’Ascoli quest’anno è stato come un cantiere aperto visto che ha dovuto fare mercato in ritardo per le note ragioni del cambio di società. Abbiamo, però, un allenatore che ha un’idea di calcio e riesce a realizzarla. L’ideale sarebbe stato prendere Del Pinto oppure Vacca. A centrocampo ci sono diverse buoni calciatori, ma manca un po’ di velocità per ribaltare le azioni. Vivarini ha fatto bene a passare da 3-5-2 al 4-3-1-2. Secondo me manca a centrocampo un elemento con precise caratteristiche – dice Fabrizio Pasquali, numero uno degli arbitri internazionali di volley che sta chiudendo una irripetibile carriera alla Coppa del Mondo – la sosta farà bene all’Ascoli e la successiva trasferta a Salerno sarà un vero esame per la squadra».

Sandro Angelini

Sandro Angelini, apprezzato restauratore ligneo, riparte dal passato campionato: «Questa squadra mi sembra certamente migliore, inoltre può contare su rincalzi di qualità in ogni reparto. Io tuttavia avrei confermato Cosmi che era fiero di allenare l’Ascoli. Dico la verità: ho qualche dubbio su Vivarini, ma spero di essere smentito e gli auguro di disputare un eccellente campionato. Siamo alla terza partita e i meccanismi di gioco devono essere ancora messi a punto, La squadra è nuova e deve amalgamarsi. Comunque sono fiducioso e, dopo tre salvezze sofferte, mi auguro un campionato tranquillo, senza troppi patemi».

Walter Gibellieri

«E’ difficile dare giudizi sulla squadra dopo sole tre partite – afferma l’avvocato Walter Gibellieri, ex calciatore dell’Ascoli – comunque credo nel nuovo Ascoli costruito con giocatori che conoscono le serie B. In queste prime partite la squadra mi ha convinto specialmente nel secondo tempo contro il Lecce.  Ho visto carattere e reattività, fino alla vittoria. Dove può arrivare? Mi auguro di stare sempre nella parte sinistra della classifica poi, se a 8 o 10 partite siamo lì… ce la possiamo giocare anche per i playoff».

Monica Mancini Cilla

«Ho rivisto con piacere allo stadio l’entusiasmo di qualche anno fa dopo tre campionati di sofferenza – commenta Monica Mancini Cilla, titolare dell’emittente radiofonica LatteMiele – l’Ascoli deve ancora trovare la necessaria intesa, ma ho fiducia. In tutte e tre le partite disputate, anche quella persa, ho visto segnali positivi. Mi aspetto un campionato decoroso e tante soddisfazioni per i tifosi».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X