facebook rss

I sindaci del Mula al premier:
«Una legge speciale
per ricostruire i Borghi»

ARQUATA - I primi cittadini del Consorzio Mula: «Non vogliamo essere polemici con nessuno ma i predecessori non sono riusciti a risolvere l’Emergenza provocata dal sisma e ad oggi nessuna ricostruzione pesante è ancora iniziata»

I sindaci del consorzio MULA e cioè i comuni di Arquata del Tronto, Norcia, Amatrice,  Accumoli e Valle Castellana chiedono al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte un accelerazione nella ricostruzione delle Aree colpite dal sisma del 2016. «Un altro inverno -fanno notare i sindaci- è alle porte il terzo dai giorni del  sisma così come il terzo Commissario per la Ricostruzione sta per essere nominato. Non vogliamo essere polemici con nessuno ma i predecessori non sono riusciti a risolvere l’Emergenza provocata dal sisma e ad oggi nessuna ricostruzione pesante è ancora iniziata».

Aleandro Petrucci (foto Vagnoni)

L’estensione del cratere e i danni provocati qualificano questa emergenza tra le più gravi che siano avvenute in Italia ed è per questo motivo che i sindaci l’immediata approvazione di una Legge che permetta la ricostruzione dei Borghi dove erano e come erano oltre all’immediata nomina di un Commissario per la Ricostruzione che non sia un burocrate degli uffici romani ma un tecnico qualificato che sia figlio di questa terra e che operi nel suo ruolo in questi luoghi. «Questo Governo è il Governo del CAMBIAMENTO e noi chiediamo a gran voce che operi ed agisca in nome del CAMBIAMENTO», chiosano i sindaci


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X