facebook rss

“Ecopasseggiate” e “Colazioni ad arte”,
sarà un autunno di bellezza
Appello per Sant’Angelo Magno

ASCOLI - Ripartono gli eventi curati dalle guide turistiche di "Marche V Regio". Percorsi, passeggiate e degustazioni tra le cento torri e in giro per il Piceno. Preoccupa l'abbandono della Piazzarola, la zona più antica della città e maggiormente colpita dal sisma. Chiesa, sestiere e scuola off limits, rifiuti lungo le scalinate
...

La presentazione delle iniziative curate da “Marche V Regio”

di Franco De Marco 

Tornano le “Ecopasseggiate” e le “Colazioni ad arte”. Ovvero scoperta o riscoperta di luoghi semplicemente affascinanti. L’associazione  “Marche V Regio”, formata da undici guide turistiche abilitate e particolarmente preparate oltre che innamorate della città, presieduta da Pompeo Vallorani, ha presentato il cartellone per l’autunno e oltre dei tour guidati per ammirare le eccellenze artistiche e gastronomiche delle cento torri e dei borghi del Piceno.
Le Ecopasseggiate sono percorsi a piedi adatti a tutti per ammirare arte e paesaggio con visite alle aziende del settore enogastronomico. Primo appuntamento il 13 ottobre, ore 14,15, a Venarotta in occasione della “Festa del vino”. Sabato 20 ottobre, ore 14,30, destinazione Valle Castellana e i suoi castagneti. Domenica 11 novembre, ore 9,30, Montalto Marche e Patrignone. Domenica 25 novembre, ore 14,30, visita al “Museo delle mummie” e ai percorsi ipogei di Monsampolo del Tronto. Al termine di ogni tour è previsto un aperitivo degustazione.

Il “Museo delle mummie” di Monsampolo

Le Colazioni ad arte, invece, sono originali itinerari culturali che si snodano tra chiostri, piazze, chiese e terrazze del centro storico privilegiando i luoghi prestigiosi ma meno conosciuti di Ascoli con degustazione di prodotti locali. Iniziate con successo il 16 settembre scorso sul Colle dell’Annunziata, proseguiranno il 27 ottobre, ore 17, nella Galleria d’arte contemporanea “Licini”, recentemente ristrutturata, tra le opere dello stesso Osvaldo Licini e Tullio Pericoli. Domenica 18 novembre, ore 9,30, sarà il turno di “Ascoli ebraica” con tour dei luoghi legati alla presenza ebraica in città. Ultimo appuntamento il 5 gennaio, ore 17, con una chicca: “Ascoli nei film”, viaggio attraverso le immagini della città nel cinema alla presenza anche di alcuni attori delle famose pellicole ivi girate.
Info e prenotazioni al tel. 347.6590764. Prenotazione obbligatoria almeno due giorni prima dell’evento. Contributo spese 15 euro a persona (bambini fino a 12 anni 6). Numero minimo di adesioni: 15 persone.
Nel corso della presentazione di questo cartellone, all’Arengo, le guide, presenti anche la vice presidente Sara Corradetti, Valeria Nicu e Valentina Carradori, oltre al presidente Vallorani, che toccano con mano il movimento turistico in città, danno una notizia molto confortante.  «Il numero dei turisti è notevolmente aumentato durante questi ultimi mesi. Sia italiani sia stranieri. -sottolinea Vallorani- Soprattutto abbiamo registrato il ritorno delle scuole che prima, dopo il terremoto, non si fidavano. L’annus horribilis post terremoto è passato. Adesso dopo il turismo delle agenzie arriva il periodo del turismo singolo. L’andamento è positivo. Ci auguriamo che prosegua».  L’associazione opera sul territorio anche con l’iniziativa “Scopri Ascoli con la guida” che offre ai turisti a tariffe promozionali, ogni fine settimana e nei giorni festivi, una visita della città.

L’interno della chiesa di Sant’Angelo Magno (dal sito del Fai)

L’assessore comunale Piersandra Dragoni mette in rilievo il lavoro encomiabile delle guide turistiche. Ma non è tutt’oro quel che luccica. Valeria Nicu lancia l’allarme per quanto riguarda le condizioni della Piazzarola, la parte più antica della città e quella più pesantemente colpita dal terremoto. In particolare preoccupa lo stato di degrado della Chiesa di Sant’Angelo Magno, straordinario gioiello architettonico. «Chiesa chiusa. Chiusa la sede del Sestiere. Chiusa la scuola di San Domenico. E tante bottiglie abbandonate lungo la scalinata. Una coltellata per il turismo. – afferma Valeria Nicu – Per questo motivo ci siamo messi al fianco del Fai affinché la Chiesa di Sant’Angelo Magno diventi uno dei “Luoghi del cuore” maggiormente votati nell’iniziativa. Anche se non riuscirà ad essere tra i primi tre, tuttavia, siamo sicuri, è importante far balzare all’attenzione di tutti lo stato di abbandono di questo patrimonio cittadino e sollecitare l’attenzione anche nei tavoli istituzionali. Il nostro auspicio è che la chiesa di Sant’Angelo Magno diventi al più presto un simbolo della rinascita post terremoto».
«Anche noi  -afferma Vittoria Minola vice capo delegazione del Fai di Ascoli- ci auguriamo che la Chiesa di Sant’Angelo Magno possa presto essere riaperta. Con il voto dei “Luoghi del cuore” si stimola la partecipazione dei cittadini alla scelta di un bene che sollecita la loro emozione. Nel caso della grotta termale di Acquasanta abbiamo raggiunto i 9.000 votanti». Per i “Luoghi del cuore” si può votare online dal sito del Fai. Ma siccome questa procedura, per molti, può essere complicata, le guide turistiche hanno proposto di creare in città dei punti di raccolta di una sottoscrizione cartacea a favore, appunto,  favore del recupero della chiesa. Guide turistiche e Fai insieme, dunque, per il salvataggio di Sant’Angelo Magno.
Tornando alle “Ecopasseggiate”, ci sono delle vere chicche. Come il “Museo delle mummie” di Monsampolo. «In realtà -fa notare Valentina Carradori- si tratta di una esposizione di tessuti tra il sedicesimo e diciassettesimo. Sono gli abiti buoni dei contadini e sono conservati molto bene, abiti da sposa, panciotti, fazzoletti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X