facebook rss

Salernitana-Ascoli 1-1
Bianconeri raggiunti nella ripresa
ma perdono Ardemagni

SERIE B - In vantaggio dopo 8 minuti con una magistrale punizione di Ninkovic. La partita sembra poter prendere una piega diversa, Beretta non sfrutta la palla del raddoppio, poi la squadra di Vivarini non si rende più pericolosa. Numerose occasioni per i padroni di casa che trovano il gol nel secondo tempo con l'ex Di Tacchio il quale poi procura il grave infortunio all'attaccante. Per il Picchio secondo pareggio in quattro partite: in classifica i punti diventano 5

Casarini contrasta Di Gennaro della Salernitana (foto Salernitana Cacio)

di Bruno Ferretti

Dura 53 minuti il sogno dell’Ascoli di portare a casa la prima vittoria esterna. E’ l’ottavo minuto quando Ninkovic batte il portiere avversario Micai con un splendida punizione che si infila all’incrocio dei pali. Un capolavoro balistico di rara bellezza. Dopo un’ora esatta di gioco, però, i padroni di casa pareggiano, con una deviazione aerea dell’ex bianconero Di Tacchio che di testa tocca di quel tanto la punizione-cross di Mazzarani dalla sinistra. L’uno a uno finale, tutto sommato può essere interpretato come un risultato giusto anche se i campani hanno creato di più in fase offensiva e hanno avuto uno gol annullato. Vivarini conferma il modulo tattico 4-3-1-2 mentre Colantuono, annuncia la formazione prevista. A centrocampo debutta Troiano nell’Ascoli e nel finale anche Addae, che fin qui aveva giocato solo un po’ in Coppa Italia. In difesa resta fuori il centrale Padella e al suo posto viene confermato l’argentino Valentini che fa coppia con Brosco, mentre Laverone e D’Elia sono i difensori esterni. In mezzo al campo, come detto, Troiano affiancato da Cavion e Casarini. Dietro le punte Ardemagni e Beretta torna c’è Ninkovic.

Passato in vantaggio, l’Ascoli potrebbe aumentare al 21’ quando Ninkovic lancia Beretta, preceduto in uscita a terra da Micai. Poteva essere lo 0-2. La Salernitana sfiora il pari con Vuletich smarcato dall’ex bianconero Djuric. Ma l’assistente dell’arbitro annulla per fuorigioco. Al 40’ un grave infortunio d gioco (scontro con l’ex bianconero Di Tacchio) causa la frattura dell’ulna sinistra ad Ardemagni. L’Ascoli perderà l’attaccante per lungo tempo. La gioia per il punto raccolto in un campo difficile come quello di Salerno è completamente annullata dal gravissimo ko di Ardemagni. Davvero non ci voleva.

SALERNITANA (4-3-1-2): Micai; Pucino, Mantovani, Schiavi, Gigliotti; Akpa Akpro, Di Tacchio, Mazzarani; Di Gennaro (1’st Castiglia); Djuric (28’st Jallow), Vuletich (13’st Bocalon). A disposizione: Vannucchi, Vitale, Casasola, Migliorini, Perticone, Odjer, Anderson, Bellomo, Palumbo. Allenatore: Colantuono.

ASCOLI (4-3-1-2): Perucchini; Laverone, Brosco, Valentini, D’Elia; Casarini (22’st Addae), Troiano (36’st Baldini), Cavion; Ninkovic; Ardemagni (41’st Rosseti), Beretta. A disposizione: Lanni, Bacci, De Santis, Padella, Quaranta, Kupisz, Zebli, Frattesi, Ganz. Allenatore: Vivarini.

Arbitro: Lorenzo Illuzzi di Molfetta (assistenti Bazzoni di Torino e Caponi di Palermo, 4° ufficiale Carella di Bari).

Reti: 8’pt Ninkovic (A), 16’st Di Tacchio (S).

Note: spettatori 8.164 di cui 100 provenienti da Ascoli. Ammoniti: Casarini (A), Brosco (A), Djuric (S), Akpa Akpro (S) per gioco falloso, Laverone (A) per comportamento non regolamentare. Angoli 3-1. Recupero 2’+5′.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X