facebook rss

“Papa Francesco, un uomo di parola”
Una prima nazionale
al nuovo cineteatro Piceno

ASCOLI - Giovedì 4 ottobre alle 20,45 la proiezione del film-documentario di Wim Wenders, a cinque anni dalla elezione del Santo Padre. Iniziativa fortemente voluta da monsignor Dario Edoardo Viganò, assessore del dicastero della comunicazione della Santa Sede, che sarà presente e a fine serata parlerà con il pubblico
di Stefania Mistichelli
“Papa Francesco, un uomo di parola”. È con la prima nazionale del film documentario di Wim Wenders, a cinque anni dalla elezione del Santo Padre, che si apre la stagione degli eventi nel nuovo cineteatro Piceno. Giovedì 4 ottobre alle ore 20,45, infatti, si terrà la proiezione del film fortemente voluto da monsignor Dario Edoardo Viganò, assessore del dicastero della comunicazione della Santa Sede, e realizzato nel corso di due anni di lavoro durante i quali il regista ha realizzate quattro lunghe interviste con Papa Francesco. Interverrà per l’occasione proprio monsignor Viganò, che introdurrà la proiezione e rimarrà a disposizione del pubblico a fine serata. La conduzione sarà affidata alla giornalista della Rai Barbara Marini.
«Dopo il successo dell’arena estiva – commenta don Alberto Fossati, direttore del Piceno – la stagione si apre con un evento di spessore. Nel corso dell’anno, oltre alla programmazione ordinaria, punteremo su altri eventi sia rivolti alle scuole sia alla comunità in generale, puntando anche sulla presenza di ospiti che potranno essere testimoni che stimolino riflessioni su diversi temi, ma anche professionisti come registi e attori. Non anticipiamo nulla, ma sarà una stagione da non perdere».
“Papa Francesco, un uomo di parola” è un film documentario unico nel suo genere, visto che Wenders ha avuto non solo carta bianca nella sceneggiatura, ma anche libero accesso agli archivi video del Vaticano. «Girato utilizzando un tecnica che porta gli occhi del Pontefice direttamente dentro agli occhi degli spettatori – spiega don Giampiero Cinelli – il film di Wenders non è un film sul Papa ma con il Papa. Sarà nelle sale italiane dal 4 al 7 e giovedì, a parlarcene, sarà uno dei più stretti collaboratori del regista, monsignor Viganò. La giornalista Barbara Marini, che ha seguito Wenders durante la giornata trascorsa a Cagli, presenterà la serata».
Una serata davvero da brividi, se è vero che solo guardando il trailer del film si coglie la profondità del messaggio del Papa. «Serate come queste – afferma l’assessore comunale alla cultura Piersandra Dragoni – sono preziose, perché ci permettono di vivere il cinema come un’occasione per dialogare e confrontarci. Papa Francesco sicuramente non lascia indifferenti, come anche Wenders, uomo e regista dalla rara spiritualità, davvero in grado di far parlare i suoi personaggi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X