facebook rss

Senza gas in casa,
sballottato al telefono

ASCOLI - La curiosa vicenda di una famiglia che, dopo essersi ritrovata con caldaia e fornelli out, ha trascorso ore al telefono alle prese con addetti e segreterie telefoniche

di Andrea Ferretti

See No Evil, Hear No Evil – tradotto “Non guardarmi: non ti sento” – fu un film di grande successo del 1989 firmato Arthur Hiller e interpretato dal grande Gene Wilder e da un ancora semi sconosciuto Kevin Spacey vincitore poi di due Oscar. A distanza di quasi trent’anni, sembra una sorta di remake quello che è accaduto oggi ad Ascoli a un professionista ascolano il quale si è ritrovato di colpo senza gas nella sua abitazione situata nel centro della città. Con la caldaia out e nell’impossibilità di accendere i fornelli, ha chiamato il numero verde di “Estra” dove gli hanno spiegato che i pagamenti erano in regola.

Il suo primo dubbio, infatti, è stato quello di una bolletta chissà mai dimenticata e quindi non pagata. Niente di tutto questo. A quel punto è sceso in cortile per controllare il contatore e, con grande stupore, l’ha trovato chiuso con sigillo e un cartoncino con scritto “sospensione per motivi di sicurezza, per riattivazione rivolgersi ad Ascoli Reti Gas”. Lui si è di nuovo rivolto a Estra dove gli hanno detto di telefonare al pronto intervento fornendogli il numero. Qui gli hanno detto che non dipendeva da loro, ma da “Ascoli Reti Gas”. Altro giro, altra telefonata. Ad “Ascoli Reti Gas” una segreteria telefonica gli ha comunicato che gli uffici dopo una certa ora sono chiusi. Sempre più aggrovigliato nelle ragnatele della burocrazia, ha richiamato “Estra” dove si sentito rispondere che il pronto intervento è obbligato a… intervenire. Ma il pronto intervento, interpellato di nuovo, gli ha comunicato che il loro intervento avviene solo in caso di fuga di gas, invitandolo a telefonare agli uffici domani mattina. Quel “per motivi di sicurezza” ha creato una certa apprensione non solo al diretto interessato, ma anche agli altri abitanti dell’edificio. Il mistero verrà sicuramente svelato, ma resta un iter che non è da Premio Oscar come quelli vinti da Kevin Spacey. Intanto, fino a che non si risolverà l’arcano, niente cibi caldi e niente doccia calda.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X