facebook rss

Traini ai giudici: «Ho sbagliato»
Il Pm ha chiesto 12 anni

MACERATA - E' iniziato il processo al folle sparatore che si è pentito: «Mi scuso per quello che ho fatto, in carcere ho capito di aver sbagliato. Mi scuso con i feriti».

 

«Mi scuso per quello che ho fatto, in carcere ho capito di aver sbagliato. Mi scuso con i feriti». Così Luca Traini al processo in corso al tribunale di Macerata. Il 29enne ha reso spontanee dichiarazioni prima che prendesse la parola l’accusa con le richieste di condanna. «In carcere ho capito che non c’è differenza tra neri e bianchi – ha detto Traini -. Quei giorni (prima che il 3 febbraio sparasse a 6 persone, ndr) c’era un bombardamento mediatico sulla diffusione della droga. Ringrazio le forze dell’ordine per il grande impegno contro lo spaccio». L’accusa, sostenuta dal procuratore Giovanni Giorgio, ha chiesto la condanna a 12 anni per strage con l’aggravante dell’odio razziale. Il pm nel complesso ha ritenuto che tutti i reati contestati (tra questo anche danneggiamento e porto abusivo dell’arma) portavano a una pena complessiva di 22 anni, che scendono a 12 con la riduzione di un terzo per il rito e le attenuanti generiche. In giornata è attesa la sentenza.

(Servizio in aggiornamento)

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X