facebook rss

Tosti e Pulcinelli all’Elantas
«Il successo nasce dai sacrifici»
E a Brugni: «Sullo stadio ci aiutate?»
(Foto e Video)

ASCOLI - “Crea, credi, cambia“, la kermesse di Marco Fioravanti si è aperta stasera con i volti dei protagonisti dello sport e dell'imprenditoria. Domani pomeriggio porte aperte alla Hp Composites, sabato 6 ottobre si chiude alla Fainplast
L'intervento di Massimo Pulcinelli

di Claudio Romanucci

Esperienze di vita, la tenacia nell’affermarsi, sacrifici e cadute. Il primo del tre incontri “Crea, credi cambia, la persona al centro della rinascita”, è partito stasera nello stabilimento Elantas. Partecipazione (circa 150 i presenti) e curiosità nella sala convegni della fabbrica lungo la zona industriale, con la partecipazione di imprenditori, sportivi e rappresentanti delle istruzioni. Il pomeriggio di riflessione si è aperto con la visita in azienda dei presenti ed il saluto dell’Ad di Elantas Antonio Anastasi, il quale ha parlato della sia storia e dell’evoluzione dell’azienda specializzata nella formulazione e produzione di smalti elettro-isolanti per conduttori di rame e alluminio.

Poi spazio alle storie. quella di Gianpaolo Calvarese (arbitro di calcio di A della sezione di Teramo) co fondatore della start up Aperegina (integratori alimentari) e Gianni Maddaloni (pilastro del judo): quest’ultimo ha raccontato come lo sport sia fonte di salvezza per molti giovani di Scampia, a Napoli, e come le sue regole siano le stesse per una crescita sana e forte dell’individuo nella società, accompagnate dal sacrificio e della fede. Particolare attenzione, alle 19,30, per l’intervento del patron dell’Ascoli e vertice del gruppo Bricofer Massimo Pulcinelli. Ha anticipato il suo intervento con un video introduttivo sulla sua catena di negozi per il “bricolage”.

«Lo utilizziamo per motivare il nostro personale e che vuole rimarcare come al centro della nostra filosofia aziendale c’è il cliente», ha affermato. Poi la sua storia di imprenditore: «Mi padre è di origini marchigiane (della provincia di Ancona, ndr), faceva il camionista: a 44 anni decise di aprire un negozio di ferramenta. Ho smesso di andare a scuola, andavamo insieme ogni giorno a comprare prodotti per i clienti, all’inizio ne servivamo uno o due su dieci poi abbiamo finito per soddisfare le esigenze di tutti. Abbiamo aperto l’attività in una zona periferica di Roma, non c’era nemmeno l’energia elettrica, si andava avanti con le lampade a gas. Ora occupiamo oltre 2.000 persone e stiamo crescendo (400 milioni di euro di fatturato). Abbiamo acquisito di recente i dipendenti dell’azienda Self con 600 lavoratori. Ci impegniamo molto, chiediamo dedizione al lavoro e cerchiamo di insegnare ai ragazzi che questo può fare la differenza». Poi un invito all’assessore allo Sport Massimiliano Brugni, seduto in prima fila: «Per la squadra abbiamo fatto degli sforzi, sullo stadio ci aiutate?».

Dopo Pulcinelli, la moderatrice-assessore Piersandra Dragoni ha passato la parola al presidente dell’Ascoli e proprietario di Ciam Giuliano Tosti. «Facevo la terza media alla Cantalamessa (Campo Parignano, ndr) ed ogni giorno vedevo con interesse un negozio di zootecnica nelle vicinanze. Ci lavorava un mio vicino si casa: all’uscita di scuola, era il ’76, passavo da quelle parti e tornavo a casa con lui. Il proprietario, Giuseppe Bracchetti, mi fece la proposta di iniziare a lavorare nel pomeriggio con lui: avevo 14 anni. Ho tanti contributi anche per questo motivo – scherza Tosti riferendosi alla pensione – passa il tempo, ho preso l’azienda nel ’97, fatturavamo 600 milioni delle vecchie lire. Oggi, nel 2018, come Ciam chiudiamo l’anno con 80 milioni di euro di fatturato. Come tipologia di azienda (alimenti, tutela e salute degli animali) siamo secondi in Italia con 60 lavoratori. Il leader nazionale fattura 120 milioni di euro (il 30% più di noi), opera nella Capitale e ha 190 dipendenti: per questo credo che l’uomo possa fare la differenza».

L’incontro è proseguito con gli altri ospiti: Massimiliano Bachetti di Confindustria Giovani, la cantautrice Claudia Quartarulli, l’assessore Massimiliano Brugni, Omar Cafini di Airbag studio e Federica Pantaloni della Cantina Pantaleone. Domani “Crea, credi cambia” farà tappa nella ditta Hp Composities. Alle 18,30 inizierà il confronto con il sottosegretario al lavoro Claudio Durigon. Interverranno il deputato Giorgia Latini, il vice sindaco di Acquasanta Terme Luigi Capriotti, il docente universitario Stefano Cianciotta, il vice presidente risorse umane Bosc sud Europa Roberto Zecchino, il direttore Emeai Marco Treggiari, Gabriele Filiaggi dei Disoccupati Piceni, l’imprenditore di Pescara del Tronto Nando Filotei, il presidente Sogeda Allegrino Fioravante e il direttore di Hp Composites Abramo Levato. Sabato 6 ottobre si chiude alla Fainplast con altri ospiti e l’onorevole Guido Crosetto che parlerà del futuro del lavoro in Italia.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X