facebook rss

«Pesce dalla Puglia», bufera su Olivieri
Pompei (Pd): «Si dimetta»

SAN BENEDETTO - Un post su Facebook per promuovere il pescato pugliese scatena la bagarre. Pompei: «Invito inopportuno ed inaccettabile»

Un post “galeotto” su Facebook invitando i clienti a degustare pesce della Puglia ha scatenato la dura reazione del Pd sambenedettese. L’autore è stato l’assessore comunale di San Benedetto, Filippo Olivieri, che è anche uno stimato imprenditore alberghiero.

Filippo Olivieri

«La realtà -accusa Gianluca Pompei, responsabile provinciale pesca e politiche del mare del Pd- ha superato abbondantemente la fantasia. Siamo rimasti tutti stupiti dal post dell’assessore alla Pesca del Comune di San Benedetto del Tronto, Filippo Olivieri, che invita a cena i clienti del suo hotel per degustare “pesce fresco proveniente direttamente dalla regione Puglia”. Se l’assessore Filippo Olivieri fosse stato solo un imprenditore capace e stimato qual è, forse non ci sarebbe stato nulla di male nell’annuncio, ma il fatto che egli ricopra l’incarico di assessore alla Pesca di una delle marinerie da sempre più importanti di Europa rende l’invito quanto meno inopportuno, se non inaccettabile.  Quando si pratica la vita pubblica e ci si appresta a rappresentare gli altri e le categorie, bisogna rinunciare a qualcosa anche della propria vita personale e lavorativa, in un’ottica di bene comune. Da anni in questa città e nella regione Marche si praticano politiche del mare atte a sostenere il consumo di pesce fresco autoctono. Nulla contro la marineria pugliese -conclude Pompei-, ma quella dell’assessore Olivieri è una totale mancanza di rispetto nei confronti della nostra marineria. Rassegni immediatamente le dimissioni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X