Quantcast
facebook rss

Banda dei furti d’auto
sgominata dai Carabinieri,
il «grazie» dei sindaci

SAN BENEDETTO - Pasqualino Piunti: «La giustizia faccia il suo corso senza sconti». Enrico Piergallini: «La fine di un incubo per tutta la comunità, vincente il modello della sicurezza partecipata, grazie da 16.000 persone»
...

Il sindaco di San Benedetto Pasqualino Piunti

di Claudio Romanucci

Un plauso all’Arma per avere sgominato la banda dei furti d’auto che ha tenuto in scacco per mesi la costa Adriatica. A seguito della vasta e coordinata operazione portata a termine dal Comando provinciale dei Carabinieri che ha arrestato 15 malviventi provenienti dal Foggiano, i sindaci di San Benedetto Pasqualino Piunti e di Grottammare Enrico Piergallino hanno rivolto all’Arma il loro ringraziamento: «Vorrei esprimere a nome mio personale e della comunità sambenedettese intera il ringraziamento sentito all’Arma per essere riuscita a sgominare la banda di malfattori specializzati in furti di automobili avvenuti soprattutto sul litorale piceno – rimarca il primo – questo tipo di reati può essere definito di minore entità solo da chi non ne riconosce i riflessi sulla percezione del livello di sicurezza tra la gente. Il ripetersi di questi episodi nel giro di poco tempo aveva generato un disorientamento che ora finalmente lascia spazio alla soddisfazione. L’auspicio è che ora la giustizia faccia il suo corso senza sconti affinché vengano riaffermati con decisione la forza autorevole dello Stato e la sua capacità di assicurare la serena convivenza».

Il sindaco di Grottammare Enrico Piergallini

Per Piergallini è «la fine di un incubo. Grazie, da 16.000 persone. Le scorrerie di queste bande di italiani delinquenti avevano minato la fiducia dei cittadini sulla sicurezza del nostro territorio. Con questa operazione l’Arma ha ripristinato la legalità e la normalità, ponendo nuovamente un muro solido contro la penetrazione della criminalità organizzata. Al tenente colonnello Ciro Niglio, al maggiore Pompeo Quagliozzi, al capitano Marco Vanni e al maresciallo Domenico Princigalli va soprattutto il mio ringraziamento per aver dimostrato la forza e l’affidabilità dello Stato, sollecitando i cittadini a non perdere la fiducia nelle istituzioni della Repubblica. Il sistema funziona, infatti, se i cittadini rifiutano le ordalie e la giustizia fai da te, affidandosi invece alle forze dell’ordine. Ecco perchè ringrazio tutti coloro che hanno denunciato in questi mesi furti o movimenti sospetti ai Carabinieri, fidandosi di loro e consentendo di mettere in pratica il modello vincente della sicurezza partecipata».

La conferenza stampa dei Carabinieri nel corso della quale sono stati illustrati i dettagli dell’Operazione Kuga che ha portato in carcere i 15 componenti della banda che rubava le auto in riviera. Da sinistra: il capitano Marco Vanni comandante della Compagnia di San Bendetto, il tenente colonnello Ciro Niglio comandante provinciale dell’Arma, il maggiore Pompeo Quagliozzi comandante del nucleo investigativo

 

Quindici persone arrestate L’Operazione “Kuga” sgomina la banda dei furti d’auto (Foto e video)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X