Quantcast
facebook rss

In Consiglio si valuta
la rinegoziazione dei mutui

GROTTAMMARE - Venerdì 19 ottobre il consesso esamina la variante di bilancio per cercare tassi più convenienti. Manigrasso (Cinque Stelle) propone di ridurre la retta per il secondo figlio al Centro per l'infanzia
...

Il Comune di Grottammare

Una variazione di bilancio contenente anche la revisione dei mutui è all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale di Grottammare che si riunirà venerdì 19 ottobre. La seduta prevede inoltre l’approvazione delle linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato. Secondo lo Statuto comunale il documento contenente le linee programmatiche deve essere sottoposto all’ approvazione del Consiglio comunale entro 180 giorni dall’insediamento del sindaco Piergallini dopo la formalizzazione da parte della Giunta.

I lavori si apriranno alle ore 18, con la presentazione della mozione presentata dal consigliere comunale Alessandra Manigrasso (M5Stelle) sulla proposta di ridurre del 50% la retta per il secondo figlio iscritto al Centro infanzia convenzionato. Attualmente, è prevista una riduzione del 10%. Sempre della consigliere pentastellata è l’interrogazione che seguirà, riguardante l’applicazione delle deliberazioni della giunta regionale destinate al sistema dei servizi di educazione ed istruzione dedicato ai bambini da 0 a 6 anni. La variazione di bilancio in discussione è legata, tra le altre cose, ai due punti successivi relativi ai mutui attivi presso la Cassa Depositi e Prestiti. Lo Stato, infatti, offre agli enti la possibilità di estinguere i mutui in corso per eventuali nuove e più convenienti accensioni, nel caso il mercato proponga tassi di interesse più vantaggiosi da parte di altri istituti. L’ordine di giorno presenta in chiusura una modifica del Regolamento comunale sul funzionamento e l’organizzazione del Consiglio comunale delle Commissioni e dei gruppi consiliari: si tratta di adeguare il numero legale per la validità delle sedute del Consiglio alle disposizioni di legge che hanno ridotto del 20% il numero dei consiglieri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X