facebook rss

L’arbitro Pasquali e il ct Mazzanti
Orgoglio Marche sul campo di volley

IL TRIBUTO a due sportivi che tengono alto l'onore della regione. Fabrizio, ascolano, è uno degli arbitri più quotati a livello internazionale: ha diretto anche l'ultima finale dei mondiali maschili. Insieme al tecnico della nazionale femminile è stato ricevuto dal governatore Luca Ceriscioli

Mazzanti, Ceriscioli e Pasquali

Orgoglio pallavolo marchigiana. L’arbitro della finale di coppa del mondo maschile 2018 e il ct della mitica nazionale femminile giunta seconda ai recenti mondiali giapponesi. Il primo, Fabrizio Pasquali, è orgoglio made in Piceno, Ascoli per la precisione. Il secondo, Davide Mazzanti, è di Fano.

Oggi 31 ottobre il presidente della Regione Luca Ceriscioli ha voluto omaggiarli entrambi ricevendoli in pompa magna insieme a Fabio Luna, presidente del Coni Marche, e Franco Brasili, della Federazione Italiana Pallavolo Marche: «Poniamo grandissima attenzione allo sport, lo possiamo rappresentare in tutte le forme con la figura dell’allenatore e dell’arbitro, segno di una regione che crede nello sport come fattore di crescita, di sviluppo, importante per la salute. Questa è un’altra occasione per lanciare messaggi positivi sulla grande opportunità che abbiamo nella vita grazie allo sport e grazie a figure che con il loro impegno e capacità hanno raggiunto i massimi livelli». Rivolto a Pasquali e Mazzanti, Ceriscoli ha aggiunto: «Rappresentate la passione per lo sport dell’intera regione. Con il vostro impegno testimoniate i valori sportivi e offrite un bellissimo esempio ai giovani di come i traguardi della vita si possano raggiungere con dedizione e coinvolgimento. Nel vostro impegno quotidiano c’è il senso del gioco di squadra, dell’aggregazione, della solidarietà e correttezza nei confronti della squadra avversaria. Valori che valgono tanto nello sport e che sono tutto nella vita della comunità».
Il volley nelle Marche è al top con 16.300 praticanti di cui 10.153 sono donne, è la prima regione d’Italia a penetrazione sul territorio con 1 praticante ogni 100 abitanti. «Voi ci aiutate a creare un sano rapporto di entusiasmo, di promozione di tutti gli sport. Siete esempio di buon senso, educazione e passione» ha detto Brasili. Per Fabio Luna i due rappresentati sono la dimostrazione di quello che lo sport marchigiano sta portando avanti in tutte le componenti: «Persone che hanno dato lustro alle Marche regalandoci emozioni incredibili».

Dalla palestrina di Ascoli al tetto del mondo” per Pasquali, fra i migliori arbitri a livello internazionale, colui che ha diretto in tutti i continenti le più importanti manifestazioni di volley sia a livello di nazionali che di club, tra cui anche le Olimpiadi di Rio 2016. Classe ’67, è stato nominato nell’ultimo Consiglio federale nuovo responsabile degli arbitri  di serie A.
«L’arbitro deve brillare nella propria assenza, quello bravo è colui che esalta i veri protagonisti» sono le frasi di riferimento per Pasquali, che ha diretto la competizione maschile dello scorso settembre che ha visto l’Italia nazione ospitante insieme alla Bulgaria. «La mia regione esprime eccellenze assolute nello sport, ricercate nel mondo» ha detto con orgoglio. Emozioni, complimenti e strette di mano col corregionale Mazzanti. Anche lui, con le sue ragazze, ha fatto sognare tutta l’Italia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X