Quantcast
facebook rss

Un “ponte” imprevisto
e un cartello-beffa

ASCOLI - La disavventura di un cittadino ascolano che si è preso mezza giornata di ferie per pagare le tasse, e si è ritrovato davanti al cartello "chiuso" comparso fuori tempo massimo
...

Palazzo Arengo (Foto Vagnoni)

Cartello-beffa per un cittadino ascolano che si è preso mezza giornata di ferie per recarsi all’Ufficio Imu e Tasi del Comune, al piano terra di Palazzo Arengo. Qui ha trovato la porta chiusa con un cartello (foto) in cui era scritto “l’Ufficio Imu resterà chiuso nella giornata di venerdì 2 novembre”. A mandarlo su tutte le furie è stato quel “resterà”, ma non solo.

«Hanno scritto “resterà” – ci racconta il nostro lettore, deluso e arrabbiato – ma non si può scrivere “resterà” la mattina stessa. A parte l’uso del futuro, quello che non capisco è che mi ero recato in questo ufficio mercoledì 31 ottobre trovando un foglio (foto), che ho fotografato ma solo come mio promemoria, ripromettendomi di tornarci venerdì 2 novembre, come da indicazioni scritte. C’erano gli orari di apertura: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 10 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 17. Capisco che in questo caso il giovedì era festivo perché il primo novembre, ma non c’era scritto che restavano chiusi anche venerdì 2 perché all’ultimo momento è stato deciso di fare il ponte».

«Non si fa così. Del resto – prosegue la protesta – quando ad esempio vengono sistemati dei cartelli provvisori di divieto di sosta con attaccate copie dell’ordinanza, questi vengono messi con giorni di anticipo come prevede la legge. E’ come se uno parcheggia regolarmente in un posto e, dopo poche ore, si ritrova multato perché nel frattempo, proprio accanto alla propria auto, si è materializzato un cartello di divieto con relativa delibera. E’ stata una mancanza di rispetto verso i cittadini».

E noi aggiungiamo: soprattutto quelli che si prendono mezza giornata di ferie per pagare le tasse.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X