Quantcast
facebook rss

Simulatori di guida e realtà virtuale
Quando il gioco diventa professione

ASCOLI - Alessandro Egidi e Claudio Aurini sono i due giovani imprenditori che hanno dato vita a Terabyte Solutions: oltre ad essere negozio è anche sala lan, la prima nella zona che fa vivere la realtà virtuale senza dotarsi di tutte le attrezzature necessarie: «Il gaming è il futuro ma anche occasione di inclusione»
...

Aurini (il primo da sinistra) e Egidi (il penultimo) all’ultima edizione del Milan Games Week

Si chiamano Alessandro Egidi e Claudio Aurini e amano definirsi “Gamers4Gamers” ovvero giocatori che hanno fatto della loro passione una professione. Un sogno diventato realtà grazie anche al prezioso supporto della Fondazione Ottavio Sgariglia Dalmonte. Da qualche tempo, infatti, hanno dato vita a Terabyte Solutions, negozio anche per la vendita online e assistenza per computer, notebook ed accessori, specializzato nel settore del pc gaming e pc custom personalizzati. Da qualche mese hanno creato la prima Sala Lan con postazioni computer, simulatore di guida e realtà virtuale. «L’idea di creare una realtà nel Piceno legata ai giochi è nata come naturale proseguimento delle nostre precedenti carriere professionali come addetti al settore informatico. – affermano Alessandro e Claudio – Lo sviluppo nel settore gaming è dovuto all’alto impatto strategico a livello di mercato: il gaming è l’unico settore informatico a registrare una crescita esponenziale nel corso degli anni».

Si gioca

Si tratta della prima attività della zona che rende possibile disputare partite online con giocatori provenienti da tutto il mondo e vivere la realtà virtuale senza doversi dotare di tutte le attrezzature necessarie. I due imprenditori organizzano numerosi tornei sui principali giochi competitivi sia presso la sala che presso manifestazioni, fiere ed eventi come il “San Beach Comix” in programma a San Benedetto durante il periodo estivo.
«Stiamo lavorando di concerto con i nostri clienti per creare un team di E-Sports: progetto che vedrà la luce nel prossimo futuro. -continuano- Crediamo che gli sport elettronici siano una grande occasione per i giovani e meno giovani per favorire l’incontro, la cooperazione e l’inclusione. La nostra è una città che si affaccia al futuro per cui volevamo essere i primi, come appassionati, ad importare tutto questo ad Ascoli».
Una realtà che coinvolge anche gli studenti dell’Istituti superiori nell’ambito del progetto di alternanza “Scuola-Lavoro”. «Accogliamo diversi ragazzi durante l’anno al fine di diffondere la conoscenza dell’informatica – concludono – e del fantastico mondo degli sport elettronici competitivi che, negli ultimi anni, sta creando diverse opportunità di crescita personale e professionale per i giovani».
La società di microcredito della Fondazione Sgariglia ha beneficiato di un fondo da parte dell’Associazione Notaract per favorire le attività economiche nell’area del cratere del sisma del Piceno. Il fondo per i finanziamenti a tasso zero, oggi terminato, ha generato la creazione di 18 nuove imprese che coinvolgono complessivamente oltre 50 lavoratori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X