Quantcast
facebook rss

Scuole superiori, corteo di protesta:
si preannuncia una mattinata di caos

SAN BENEDETTO - Rete degli Studenti Medi Robin Hood: «Libri di testo sempre più costosi, didattica non al passo con i tempi, pullman affollati e poco sicuri, strutture fatiscenti comprese quelle ancora danneggiate dal terremoto, alternanza scuola-lavoro fatta d'estate trasformata da opportunità di crescita in schiavitù». Adunata alle 8 davanti al Liceo Scientifico. Viabilità cittadina destinata ad andare in tilt
...

di Marco Braccetti

In Riviera sta per scoccare l’ora della protesta nelle scuole superiori. «Libri di testo che ogni anno costano di più, pullman spesso affollati e poco sicuri, edilizia scolastica fatiscente che in alcune scuole della provincia ancora risente dei danni del terremoto, Alternanza Scuola Lavoro fatta d’estate e che diventa non un’opportunità di crescita ma semplice schiavitù e didattica per niente al passo con i tempi». Ecco la benzina sul fuoco della contestazione studentesca prevista per domani giovedì 15 ottobre. Nell’ambito di un’iniziativa di caratura nazionale, si faranno sentire anche i giovani alunni del comprensorio.
«L’appuntamento – fanno sapere dalla Rete degli Studenti Medi Robin Hood – è alle ore 8 davanti al Liceo Scientifico Rosetti. Il corteo si concluderà in piazza Giorgini dove noi studenti condivideremo i nostri problemi ed elaboreremo insieme risposte concrete». Dunque una vera e propria “marcia” lungo le principali arterie della città. Com’è ovvio, durante le fasi del corteo, la viabilità lungo le strade interessate subirà parecchie ripercussioni. Le forze dell’ordine, comprese quelle impiegate nei servizi di polizia stradale, presidieranno costantemente la manifestazione, garantendone il corretto sviluppo.  Quello degli studenti è anche un grido contro il nuovo governo a trazione giallo-verde .
«Siamo stufi di mancate riforme e mancati finanziamenti da parte dello Stato: lo studente e la scuola devono essere una delle priorità! – affermano con forza gli organizzatori della manifestazione – noi studenti, che ogni giorno andiamo a scuola e all’università, sopportiamo gli autobus pieni e malfunzionanti, le strutture che crollano, i lavoretti precari, i voti e le classifiche. Sputiamo sangue sui libri e poi guardiamo, a testa bassa, un mondo che non riconosce il valore di ciò che studiamo, una politica che vuole raccontarci come fannulloni, un governo che su di noi non ha nessuna intenzione di investire».
Si prevede una mattinata di caos per quanto riguarda traffico e viabilità. La Polizia Municipale è già allertata. Vigileranno anche le forze dell’ordine.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X