Quantcast
facebook rss

Vigili del fuoco in festa nel giorno
in cui si celebra
la protettrice Santa Barbara
(Fotogallery)

ASCOLI - Nella caserma di Castagneti, la messa celebrata dal vescovo D'Ercole ha preceduto la consegna dei riconoscimenti avvenuta nel corso di una cerimonia avvenuta alla presenza di numerose autorità civili e militari. Il comandante Mariantoni ha ripercorso il 2018: numeri e statistiche da record
...

Premiati e autorità nella caserma dei Vigili del Fuoco di Ascoli nel giorno di Santa Barbara

di Andrea Ferretti

(fotoservizio di Andrea Vagnoni)

Santa Barbara è la protettrice dei Vigili del fuoco e allora, come ogni 4 dicembre, è festa grande per il Corpo i cui componenti non svolgono un lavoro normale perchè loro sono gli “angeli custodi”, in carne e ossa, di tutti i cittadini. Un lavoro speciale svolto da persone speciali, che nesusno avrà mai modo di ringraziare abbastanza per quello che fanno 365 giorni all’anno, 24 ore su 24. Ad Ascoli la cerimonia, come consuetudine, si è svolta nella caserma di Castagneti che ospita il comando provinciale cui fanno capo, oltre naturalmente ai Vigili del fuoco del capoluogo, anche quelli dei distaccamenti di San Benedetto e Fermo. Ma non solo, perchè della grande famiglia dei pompieri fanno parte anche i dieci colleghi che giornalmente operano nei distaccamenti di Amandola e di Arquata del Tronto.

Alla crimonia hanno partecipato un nugolo di autorità come è normale, ma soprattutto giusto, che sia. Su tutte il prefetto Rita Stentella in rappresentanza del Governo, e vescovo Giovanni D’Ercole che ha celebrato la messa nella palestra della caserma. Festa di Santa Barbara uguale premiazioni, riconoscimenti e onorificenze. Quest’anno è stata la volta di due vigili che vanno in congedo (Walter Di Luigi e Bruno Lori), di tre che hanno raggiunto il 15° anno di servizio nel Corpo (Pierluigi Cruciani, Carlo Angelini e Cristiano Quartarulli), più Giuseppe Pallotta.

A fare gli onori di casa ci ha pensato il comandante provinciale Paolo Mariantoni. E’ lui che ha ringraziato «tutti i vigili del fuoco in congedo, gli iscritti all’Associazione nazionale dei Vigili del fuoco, i rappresentanti sindacali, i cittadini e i familiari dei vigili del fuoco, tutto il personale del comando di Ascoli, di Fermo, San Benedetto, Amandola e Arquata del Tronto, operativi ed amministrativi, tutte le 220 unità che sono in organico per il gravoso impegno lavorativo che hanno sostenuto in questo 2018». Mariantoni ha poi aggiunto: «Siamo qui a celebrare la nostra patrona Santa Barbara che, come racconta la tradizione è la Santa che rappresenta la capacità di affrontare il pericolo con fede, coraggio e serenità anche quando non c’è alcuna via di scampo. Qualità che vengono riconosciute ai Vigili del fuoco nel loro lavoro quotidiano e che sono state ribadite il 3 maggio 2018 dal ministro dell’Interno durante la consegna della medaglia d’oro al valor civile alla nostra bandiera per l’intervento nella tragedia di Rigopiano del gennaio 2017».

Poi ha snocciolato alcuni numeri che confermano la professionalità e l’elevato grado di preparazioni di persone non comuni come i pompieri. «Nel 2018 – ha detto Mariantoni – stati effettuati 7.569 interventi di soccorso tecnico urgente, con una diminuzione fisiologica rispetto al picco del 2017, ma comunque sempre superiore di circa il 50% alla media annuale. Di questi interventi, il 54% sono stati effettuati dalla sede di Ascoli, il 24% da quella di Fermo, il 22% da San Benedetto. Oltre alla parte operativa – ha aggiunto il comandante – è stata svolta attività tecnico-amministrativa nei settori prevenzione incendi (oltre 1 .200 procedimenti evasi), polizia giudiziaria (un centinaio di procedimenti), formazione interna (47 vigili formati nei corsi interni), formazione esterna (360 unità formate e esaminate), risorse umane ed economiche con un impegno di spesa di oltre 900.000 euro per la gestione del personale, il pagamento delle competenze e l’effettuazione di ordini».

In conclusione, Mariantoni, ha ricordato che presto Fermo sarà sede di un comando provinciale: «Voglio evidenziare gli sforzi compiuti per l’apertura del distaccamento di Amandola seppure in una sede provvisoria, e l’imminente completamento dei lavori di adeguamento della sede di Fermo che a breve ospiterà il nuovo comando provinciale dei Vigili del fuoco. Rivolgo infine un pensiero commosso a tutti quei vigili del fuoco che non sono più qui con noi».

I NUMERI – Oltre a quelli elencati dal comandante Mariantoni, i numeri dei Vigili del fuoco del comando di Ascoli – aggiornati a tutto novembre – nel 2018 raccontano di 1.004 incendi (419 Ascoli, 334 San Benedetto, 251 Fermo); 461 crolli, valanghe e dissesti (461-323-61), 1.469 soccorso a persone (750-367-352); 395 incidenti stradali (132-172-91); 181 alluvioni e danni d’acqua (81-43-57); 4.059 apertura porte, ascensori bloccati, lavaggi sedi stradali, falsi allarme e altro (2.339-856-864).

LA FOTOGALLERY DI ANDREA VAGNONI

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X