Quantcast
facebook rss

Samb, al “Riviera” l’avversario è il Rimini
Obiettivo: chiudere alla grande il tour de force

SERIE C - Mister Roselli: «Ci sono tre, quattro acciaccati. Di Massimo e Gelonese, insieme a Signori, non stanno benissimo. Da valutare anche il minutaggio che possono garantire Russotto e Caccetta. Ma ho a disposizione un gruppo fantastico che come sempre saprà affrontare anche questa gara al massimo». In campo alle 18,30
...

di Benedetto Marinangeli

La Samb chiude domani (fischio d’inizio alle ore 18,30), ospitando il Rimini al “Riviera”, il tour de force di tre partite in una settimana. E vi arriva, come al solito con i cerotti. «Ci sono tre, quattro acciaccati – dice Giorgio Roselli – con Di Massimo e Gelonese, insieme a Signori, non stanno benissimo. Da valutare il minutaggio che possono garantire Russotto e Caccetta. Tornando a Di Massimo ha retto 60 minuti molto bene contro il Suditirol poi ne ha pagato le conseguenze a Bergamo. Ci sta quando un ragazzo non gioca da mesi Ma ho a disposizione un gruppo fantastico e come nelle altre partite saprà affrontare anche questagara al massimo».

Mister Roselli (Foto Cicchini)

Roselli prima di affrontare l’argomento Rimini torna al match con l’Albinoleffe. «Tolta la traversa sul finale e qualche calcio piazzato loro non è che ci abbiano messi così in difficoltà. Noi poco incisivi davanti? Purtroppo era complicato andarli a prendere perché tenevamo poco il pallone e facevamo fatica a salire. La verità è che, per le condizioni di molti miei giocatori, il campo era davvero grande».

Ed ora tocca al Rimini. «Giocano con un 4-2-3-1 intelligente – spiega il tecnico rossoblù – attaccando veloci e difendendo con tanti uomini. Stanno facendo tanti punti, conquistati anche negli ultimi minuti. Domani vedremo come entrambe le squadre sono uscite da queste tre partite ravvicinate. L’importante per noi è giocarcela alla pari. Tutti i punti che arriveranno da qui a fine anno sono benedetti perché quando sono arrivato ho detto che avremmo dovuto pensare ad arrivare alla sosta in una situazione di classifica che ci tenesse ancora vivi. Mercato a parte, a gennaio avrò più scelte perché recupererò tutti gli infortunati».

Infine Roselli commenta cosi il fatto che il Rimini abbia rifiutato di spostare la partita a domenica 16 dicembre. «A me è capitato tante volte glissa sull’ argomento – e ho sempre acconsentito a spostarla. Ma non mi permetto di giudicare, ognuno fa quel che crede».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X