Quantcast
facebook rss

“Scrivere per la Musica”: a Castorano
la poesia incontra i prodotti tipici

EVENTO - Il sindaco Daniel Claudio Ficcadenti: «Siamo giunti alla 15 edizione e quest’anno abbiamo stravolto il festival, inserendo al suo interno la promozione delle nostre tipicità»
...

Poesia e food per la serata conclusiva del festival “Scrivere per la Musica” di Castorano. L’appuntamento è fissato per le 18 al teatrino parrocchiale, per la proclamazione dei vincitori e, novità di quest’anno, alle ore 17 nella sala Multimediale, si terrà il convegno “Versi da bere e note di sapore” e, dopo la premiazione, un buffet offerto dai produttori locali. «Siamo giunti alla 15 edizione “Scrivere per la Musica” – commenta il sindaco Daniel Claudio Ficcadenti – quest’anno abbiamo stravolto il festival, inserendo al suo interno la promozione dei nostri prodotti tipici. Inoltre abbiamo destagionalizzato l’evento, che è cominciato a luglio, con due serate di cabaret con aperitivo a chilometro zero, sulla Terrazza del Belvedere, e il concerto di Finardi. Per la prima volta abbiamo coinvolto le scuole, con tre appuntamenti che hanno spiegato l’incontro tra la musica e la poesia, grazie a Sergio Capoferri, Federico D’Annunzio ed Enrico Piergallini». Nella serata conclusiva del 22 dicembre saranno premiate le prime 3 poesie delle 360 arrivate da tutta Italia e sono stati invitati gli autori delle prime venti opere in classifica. Il concorso è ormai diventato di rilevanza nazionale, tanto che il figlio di Salvatore Quasimodo ha inviato al Sindaco una lettera che sarà letta durante la premiazione e la vincitrice di 3 anni fa collabora con la cantante Noemi.
«All’evento delle 18 – continua Ficcadenti – parteciperanno anche i bambini che leggeranno le loro poesie. Necessitando, per questa edizione, di più spazio abbiamo chiesto a Don Amedeo, che ringrazio per la disponibilità, il teatrino parrocchiale».

IL CONVEGNO

Alle 17, alla Sala Multimediale, si terrà il convegno “Versi da bere e note di sapore”, a presentarlo è Francesco Balloni della Cna di Ascoli Piceno: «Innanzitutto voglio ringraziare Daniel per lo sforzo messo in campo per far conoscere il premio a tutta Italia. Prima non aveva la giusta risonanza. Inoltre vorrei motivare l’abbinamento del food al concorso di poesia: qui a Castorano si può parlare davvero di filiera corta, quelle che ora sono piccole ma strutturate aziende che esportano in tutto il mondo, sono partite con una produzione familiare. Grazie a produttori come quelli di Castorano, oggi il Piceno è l’unico territorio delle Marche a poter vantare un segno più nell’export».
I relatori del convegno saranno: Luigi Passaretti, presidente della Cna Ascoli Piceno; Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche; Massimo Capriotti, direttore provinciale Srgm; Ugo Pazzi, presidente Slow Food Marche; Gabriele Rotini, responsabile Cna Agroalimentare.

«Ringrazio il presidente Sabatini – conclude Ficcadenti – per la sua vicinanza in questi anni e tutti i produttori di Castorano (presenti Mancini e Di Giacomo) che sostengono il festival e che offriranno a tutti i partecipanti una degustazione. Ringrazio anche il preside Daniele Marini che ci ha permesso di coinvolgere le scuole».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X