Quantcast
facebook rss

Si sblocca Rosseti ma non basta
Beretta positivo ma sbatte sul palo
Brillano Laverone e D’Elia

SERIE B - Le pagelle dell'Ascoli. L'attaccante subentra nell'intervallo a Ardemagni e si sblocca. Perucchini rileva Lanni infortunato e nella ripresa salva la porta. Troiano solito punto di riferimento. Ninkovic a corrente alternata e sfiora il gol su punizione
...

Laverone tra due avversari (Foto Edo)

di Bruno Ferretti

LANNI (s.v.) – Stagione sfortunata per il portiere bianconero. La sua partita dura 12 minuti, costretto ad uscire per infortunio muscolare. Al 6’ era stato il palo a salvarlo sul tiro di Morosini.

LAVERONE (7) – Uno dei migliori, soprattutto nella ripresa, quando percorre in continuazione senza sosta sulla fascia destra, quella di sua competenza. Ha la maglia del terzino, ma svolge il ruolo di ala destra.

Troiano e D’Elia (Foto Edo)

BROSCO (6,5) – Non disputa la miglior partita, ma fa la sua parte fino alla fine andando oltre la sufficienza. Eccellente nel gioco aereo. Ammonito.

VALENTINI (6) – Prestazione senza infamia e senza lode, comunque sufficiente. Vivarini lo preferisce a Padella e l‘argentino fa valere la sua esperienza. Bravo negli anticipi.

D’ELIA (7) – Corre tanto approfittando dello spazio che trova davanti. Scende spesso sulla fascia sinistra per andare al cross. Da una sua iniziativa nasce il palo di Beretta che sfiora il 2-0. La partita si sarebbe chiusa lì.

ADDAE (6) – L’interno ghanese lavora per due come ormai consuetudine, ma non sembra sentire la fatica. Molto abile sui palloni alti. Sbaglia qualche passaggio di troppo rispetto alle precedenti uscite. Sostituito a metà ripresa non per demerito, ma per motivi tattici.

TROIANO (6,5) – E’ l’uomo d’ordine del centrocampo con il compito di organizzare il gioco. Aggressivo nel recupero palla e sempre nel vivo dell’azione. Punto di riferimento per i compagni. Alla distanza accusa stanchezza.

La delusione di Beretta (Foto Edo)

FRATTESI (6) – L’ex romanista è attivo, ma anche impreciso. Le qualità tecniche non gli mancano e dovrebbe sfruttarle di più. Gran destro in corsa alla fine del primo tempo, alto di poco. Nel finale fallisce l’occasione del raddoppio in contropiede calciando addosso al portiere.

NINKOVIC (6,5) – Al rientro dopo due turni di squalifica, il serbo alterna giocate di qualità ad altre fuori misura. Calcia alle stelle (11’) un comodo assist di Beretta, poi sfiora l’incrocio dei pali (34’) su punizione dal limite. Nella ripresa contribuisce alla crescita della squadra e tutte le ripartenze bianconere passano dai suoi piedi.

ARDEMAGNI (5,5) – I difensori lombardi lo temono, e non lo perdono di vista un solo attimo. Nel primo tempo l’attaccante non riesce mai a rendersi pericoloso. Sostituito per un problema muscolare nell’intervallo da Rosseti.

Perucchini entra al posto di Lanni (Foto Edo)

BERETTA (6,5) – Grande impegno, non si concede un attimo di sosta. Nel primo tempo sciupa una facile palla gol (21’) deviando fuori in scivolata un cross di Ninkovic. Nel secondo scuote la squadra con un paio di ripartenze che però non vanno al buon fine. Colpisce in pieno il palo su cross basso e teso di D’Elia: avrebbe meritato il gol. Ammonito.

PERUCCHINI (dal 13’pt) (6,5) – Entra fra i pali (senza emozioni) dopo soli 13 minuti per sostituire l’infortunato Lanni. Grande deviazione deviazione in angolo (23’ st) sulla staffilata di Ndoj da fuori area. Niente da fare sul tiro ravvicinato di Bisoli che regala il pareggio ai lombardi.

ROSSETI (dal 1’st) (6,5) – Gioca nella ripresa al posto di Ardemagni e va a fare la prima punta. Era ancora all’asciutto di gol ma si sblocca infilando ad un quarto d’ora dalla fine quando devia con tempismo la sponda di Cavion su cross di Ninkovic.

CAVION (dal 28’st) (s.v.) – Sostituisce nel finale Addae e offre a Rosseti la palla della vittoria. Poco altro da ricordare della sua gara.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X