Quantcast
facebook rss

Prima festa di Capodanno al mondo,
roba da guinness dei primati (Le foto)

MONTEPRANDONE - Allegra festa in Piazza dell’Unità, a Centobuchi. Tante persone hanno partecipato all'originale anteprima, una delle chicche del cartellone natalizio messo a punto dall'associazione commercianti e artigiani "Centopercento" con il sostegno del Comune. In arrivo le Befane sui trampoli
...

di Marco Braccetti

«Non c’è fuso-orario che tenga! Questa è la prima festa di Capodanno al mondo!». Così lo speaker Luca Sestili ha centrato in pieno lo spirito dell’allegra serata che ieri (30 dicembre) ha vivacizzato Piazza dell’Unità: cuore di Centobuchi. Tante persone provenienti da tutto l’hinterland piceno e non solo hanno partecipato alla “Anteprima di Capodanno”: una delle chicche presenti nel cartellone natalizio monteprandonese, creato dall’associazione commercianti e artigiani “Centopercento”, con il sostegno del Comune e di molti altri partner, sia pubblici che privati.

Animata da Sestili e da Dj Demis, quella del 30 dicembre è stata una vera e propria festa in stile San Silvestro. Tombolata con ricchi premi, balli di gruppo, l’immancabile trenino guidato da Santa Claus. Poco prima della mezzanotte, il classico conto alla rovescia ha dato il via allo spettacolo di fuochi piro-musicale, organizzato dalla ditta Pirotecnica Santa Chiara. Gli “spari” sono così saltati sulle note di “I Will Survive” di Gloria Gaynor e “The Final Countdown” degli Europe. Poi brindisi gratuito per tutti i maggiorenni, con le bollicine offerte dalla Cantina dei Colli Ripani. Tutto questo in una serata che ha visto la pista di pattinaggio operativa e piena di giovani.

Ma com’è nata l’idea di festeggiare il nuovo anno con 24 ore d’anticipo? «Volevamo fare qualcosa di particolarmente originale – risponde Domenico Grelli: presidente dell’associazione Centopercento – e devo dire che le persone hanno risposto bene. Siamo alla seconda edizione e, dopo il successo dello scorso anno, anche stavolta c’è tanta gente in piazza e mi piace vedere persone di tutte le età, dagli anziani ai bimbi. Più in generale – prosegue il presidente – il nostro Natale al Centopercento in questa quarta edizione ci sta dando davvero tante soddisfazioni. Ad esempio, finora nel Rifugio di Babbo Natale che abbiamo allestito nel centro GiovArti abbiamo registrato oltre 3mila ingressi, con persone arrivate anche da Macerata, Giulianova e perfino da Terni».

Il prossimo appuntamento di rilievo è il 6 gennaio: a Monteprandone arrivano i Re Magi e (partendo alle ore 9.15 dal Sacro Cuore) toccheranno tutte le parrocchie del territorio municipale per arrivare nel centro storico verso le mezzogiorno. Nel pomeriggio, dalle 16, in piazza dell’Unità arriva la Befana…sui trampoli.

FOTOGALLERY

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X