Quantcast
facebook rss

Scontri Inter-Napoli: indagato
anche uno degli ultras coinvolti
nella morte di Reno Filippini 30 anni fa

ASCOLI - Nino Ciccarelli, 49 anni, è stato già sentito dalla Digos di Milano. Venne arrestato dopo la morte del tifoso bianconero aggredito il 9 ottobre 1988 a pochi metri dalla curva sud dello stadio "Del Duca", ma poi fu prosciolto. Fondò i "Viking" nel 1984
...

Era stato coinvolto più di trent’anni prima nella terribile storia legata alla morte del tifoso dell’Ascoli, Reno Filippini avvenuta in un letto dell’ospedale di Ancona una settimana dopo l’aggressione subìta dal tifoso bianconero all’altezza dell’attuale ponte Rozzi (dove oggi una lapide lo ricorda) al termine di Ascoli-Inter, partita di Serie A del 9 ottobre 1988.

Nino Ciccarelli, 49 anni, fondatore nel 1984 dei “Viking”, storico gruppo ultras dell’Inter, figura tra le persone indagate per gli scontri avvenuti pochi giorni fa – il 26 dicembre – a Milano prima della partita Inter-Napoli. Scontri in cui ha trovato la morte un ultrà del Varese, Daniele Belardinelli, investito da un’automobile tutt’ora ricercata dalle forze dell’ordine.

Ciccarelli è stato convocato dalla Digos ed è uscito in tarda serata dalla Questura di Milano. L’uomo ha alle spalle una serie di guai giudiziari, compresi 12 anni di carcere e 5 anni di Daspo, misura ancora in corso. Per la morte di Reno Filippini venne arrestato, ma poi fu prosciolto.

Trent’anni fa l’aggressione a Reno Filippini, il tifoso che morì dopo otto giorni di agonia


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X