Quantcast
facebook rss

“Sganarello”, un successo
al teatro Serpente Aureo

OFFIDA - Portato in scena dal "Gruppo Amici dell'arte di Offida" per la regia di Francesco Facciolli e Scilla Sticchi. La satira di costume si fonde con l'energia della commedia dell'arte degli scenari di Casamarciano, in un continuo tourbillon di situazioni, gag, feroci critiche e riflessioni
...
di Simone Corradetti
Al Teatro “Serpente Aureo” è andato in scena lo spettacolo “Sganarello” medico per forza o per amore, rappresentato dal Gruppo Amici dell’arte di Offida. La regia di Francesco Facciolli e Scilla Sticchi ha coinvolto tutto il numeroso pubblico che si è divertito con tanta  partecipazione e allegria. La storia narra di un figlia fuggita con un finto farmacista dove amori contrastati, rapporti di forza, intrighi, sberleffi ne fanno da protagonisti. Lo spettacolo gira come un carillon che ad ogni giro mostra una faccia nuova, diversa, per poi tornare alla precedente e poi ad una diversa ancora. La satira di costume si fonde con l’energia della commedia dell’arte degli scenari di Casamarciano, in un continuo tourbillon di situazioni, gag, feroci critiche e riflessioni.
Un linguaggio tagliente per una scena vivace, un caleidoscopio di costumi per una scenografia minimale ovvero la riscrittura di un classico per un pubblico moderno in un tempo fuori dal tempo, in un luogo che è forse reale o forse è soltanto un luogo del pensiero; con personaggi che forse sono pupazzi, simboli o metafore del nostro essere pupazzi di quel carillon che è la nostra vita. Un carillon che gira e ci incanta, ci trattiene fino a far girare noi stessi e a farci prendere dal gioco, per forza o per amore.
L’Associazione culturale “Gruppo amici dell’arte” inizia nel 1977-1978 con la commedia “Non ti pago” di Eduardo De Filippo. Dopo un lungo periodo di inattività a causa dei lavori di restauro del teatro cittadino, la compagnia torna in auge nel 2004. Il “Gruppo Amici dell’arte” finalmente sulle scene con una regia del tutto nuova e un testo di pura commedia dell’arte, lontanissimo dagli schemi tradizionali della compagnia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X