Quantcast
facebook rss

L’Ascoli saluta il 2018: due società,
50 punti in campionato
e una salvezza ai playout

SERIE B - Un girone di ritorno con il Picchio di Bellini e Cosmi in panchina e poi un girone di andata targato Pulcinelli-Tosti-Vivarini. Trentanove gare di campionato, più due di playout e un clamoroso 0-4 in Coppa Italia. Numeri, statistiche e curiosità dell'anno appena archiviato
...

L’immagine-simbolo del 2018 dell’Ascoli: il “Del Duca” festosamente invaso dai tifosi bianconeri che festeggiano la salvezza dopo il playout di ritorno con l’Entella

di Andrea Ferretti

Trentanove partite, 50 punti che sono frutto di 13 vittorie, 11 pareggi e 15 sconfitte, 41 i gol fatti e 50 quelli subìti. Sono i numeri dell’Ascoli nel 2018. Un anno che va in archivio con sei mesi da… Ascoli Picchio (Bellini) e sei da Ascolli Calcio (Pulcinelli). A queste 39 gare di campionato (21 il girone di ritorno di quello passato e 18 il girone di andata di quello in corso) vanno aggiunti anche i 2 pareggi nei playout della scorsa stagione e una sconfitta in Coppa Italia. Che in totale fanno 42 partite: 13 vittorie, 13 pareggi e 16 sconfitte con 41 reti all’attivo e 54 al passivo.

Serse Cosmi, allenatore dell’Ascoli nella seconda  metà della passata stagione (Foto Perozzi)

STAGIONE 2017-2018

Sulla panchina dell’Ascoli Picchio c’è Cosmi (subentrato al duo Maresca-Fiorin con quest’ultimo allenatore unico per due gare, prima dell’esonero e dopo le dimissioni di Maresca) e i bianconeri vincono 7 volte, più 5 pareggi e 9 sconfitte. Alla fine la salvezza arriva ai playout, superati dopo il doppio 0-0 con l’Entella, prima a Chiavari e poi al “Del Duca”. Nella regular season il ruolino non è esaltante: con tre gare in più rispetto all’attuale torneo, i punti sono solo 26 rispetto ai 24 della stagione in corso. L’Ascoli di Cosmi gioca 11 gare casalinghe e 10 in trasferta, ne vince 4 in casa e 3 fuori (Novara, Cremonese e Pescara), ne pareggia 3 in casa e 2 fuori, ne perde 4 in casa (Cittadella, Empoli, Salernitana e Parma) e 5 fuori (Pro Vercelli, Frosinone, Palermo, Venezia e Foggia). I gol segnati sono 21 (13 in casa e 8 fuori) e quelli subìti 28 (12 in casa e 16 fuori).

Vivarini abbraccia Ardemagni: ecco l’Ascoli 2018-2019 (Foto Edo)

STAGIONE 2018-2019

Sulla panchina dell’Ascoli arriva Vivarini e i bianconeri bilanciano il proprio score con 6 vittorie, 6 pareggi e 6 sconfitte andando al giro di boa con 24 punti e un 10° posto con i playoff a due lunghezze. Sono 10 le partite disputate al “Del Duca” e 8 fuori casa, 5 le vittorie interne (Lecce, Carpi, Verona, Spezia e Crotone) e una sola fuori (Benevento), 6 i pareggi di cui 4 in casa (Cosenza, Cremonese, Cittadella e Brescia) e 2 fuori (Salernitana e Pescara), 6 le sconfitte di cui una sul campo amico (Padova) e 5 lontano da Ascoli (Perugia, Foggia, Livorno, Venezia e Palermo). I gol segnati sono 20 (14 in casa e 6 fuori) e quelli subìti 22 (9 in casa e 13 fuori).

Massimo Pulcinelli, Francesco Bellini e l’estenuante trattativa per il passaggio della società: la foto dell’estate bianconera 2018

IL MEGLIO E IL PEGGIO – La batosta più significativa è dello scorso agosto, prima gara ufficiale dle nuovo Ascoli di Vivarini: 0-4 al “Del Duca” in Coppa Italia contro la Viterbese, avversario di Serie C. In campionato, Palermo da dimenticare: 4-1 nella passata stagione e il recente 3-0. Ma c’è anche il 3-0 di Foggia con Cosmi in panchina. I bianconeri non hanno segnato soltanto in 7 occasioni. Nel passato campionato a Vercelli, Frosinone, Venezia, Foggia e Chiavari nel playout; in casa contro Parma, Brescia e Entella al playout. Nella stagione in corso, senza gol a Perugia, Livorno, Venezia e Palermo, e al “Del Duca” solo con la Cremonese.

I FILOTTI – Il migliore, che è poi anche l’unico, quello registrato nel finale della passata stagione con 8 risultati utili consecutivi: le ultime 6 di campionato (10 punti) più i due playout. Il peggiore, sempre nel passato campionato, con le tre sconfitte di fila a Palermo, in casa con la Salernitana e a Venezia: 0 punti e 6 gol al passivo.

Monachello, 7 gol bianconeri nel 2018 (Foto Edo)

I BOMBER – Il capocannoniere dell’Ascoli del 2018 è Monachello, ora al Pescara, con 7 gol, seguito da Ardemagni e Brosco con 4. Quindi: 3 Cavion; 2 Padella (l’unico ad aver segnato in tutti e due i campionati), Bianchi, Buzzegoli, Ganz e Ninkovic; 1 Pinto, Addae, D’Urso, De Santis, Mogos, Clemenza, Carpani, Varela, Mengoni, Beretta, Ngombo, Rosseti più un autogol a favore a Benevento nel campionato in corso.

LA CURIOSITA’ – Prima di diventare bianconero, Ninkovic nel 2018 ha segnato due gol all’Ascoli quando giocava nell’Empoli, sia nel 3-0 dell’andata che nell’1-2 del ritorno al “Del Duca”. Con la squadra promossa in A grazie ai 50 gol segnati da Caputo (27) e Donnarumma (23), Ninkovic di reti ne segnò 4, di cui 2 alla sua futura squadra.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X