Quantcast
facebook rss

Subito esaurito il “mini bond”
da mezzo milione della Cantina Offida

ECONOMIA - Alla emissione ha dato il contributo Cosvim Group accompagnando la società guidata da Walter e Massimiliano Bartolomei, già artefici del successo dei vini di famiglia Ciù Ciù è una delle più note realtà vitivinicole del Piceno che lavora ogni anno circa 60.000 quintali di uve delle varietà autoctone del territorio
...

Un “minibond” da mezzo milione di euro per finanziare lo sviluppo della Cantina di Offida. Lo strumento finanziario, che ha subito riscosso il gradimento dei risparmiatori, è stato presentato a Porto San Giorgio nell’ambito del workshop dal titolo “La Finanza alternativa: contenuti ed operatività” tenutosi presso i locali dell’Hotel David Palace e nel corso del quale sono state presentate tutte le opportunità offerte dallo strumento Minibond a supporto della finanza nelle Pmi marchigiane. L’emissione della “Cantina Offida srl” è stata realizzata per un massimo di 500.000 euro, interamente prenotati il primo giorno dell’offerta. Lo strumento finanziario è ora quotato all’Extra MOT PRO di Borsa Italiana. La scadenza è fissata al giugno 2019.  Alla emissione ha dato il contributo Cosvim Group accompagnando la società guidata da Walter e Massimiliano Bartolomei, già artefici del successo dei vini di famiglia Ciù Ciù è una delle più note realtà vitivinicole del Piceno che lavora ogni anno circa 60.000 quintali di uve delle varietà autoctone del territorio. Da anni il Gruppo Cosvim è impegnato nella proposizione di canali finanziari alternativi per favorire la realizzazione dei progetti di sviluppo aziendale delle Pmi ed ora ha creato una infrastruttura che permette di reperire finanza direttamente dai mercati finanziari. «Sino ad ora -fa notare Cosvim- tale canale era stato utilizzato solo dalle grandi imprese del Paese, ma ora anche le pmi dei territori che presentano buoni dati di bilancio e che hanno prospettive di sviluppo possono intraprendere la strada di avvicinamento al mercato del debito alternativo dei Minibond con costi contenuti e in tempi brevi.  Non si tratta di sostituire le banche, ma di andare ad integrare i necessari capitali di debito con queste nuove forma di finanza. Per poter competere e puntare ad uno sviluppo occorre innovare anche i metodi di gestione della finanza aziendale ed oggi anche le Pmi possono utilizzare questi nuovi strumenti che possono supportare la crescita dell’azienda.  Oltre a Cantina Offida altre aziende locali hanno intrapreso con Cosvim Group il percorso del canale finanziario alternativo ed arriveranno ad essere quotate nel primo semestre del nuovo anno». 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X