Quantcast
facebook rss

L’Anfiteatro delle Fonti
tornerà al vecchio splendore

RIPATRANSONE -In arrivo 40.000 euro dalla Regione Marche per riqualificare lo spazio oggi abbandonato. Il sindaco Lucciarini: «L'amministrazione comunale è impegnata sin dall'inizio del mandato nella ricerca di finanziamenti ad hoc per il recupero del patrimonio culturale cittadino»
...

Quarantamila euro per riqualificare l’Anfiteatro delle Fonti di Ripatransone. Il nuovo anno si apre con un’ottima notizia la rinascita di questo gioiello marchigiano al momento in decadenza con i gradoni invasi da piante ed erbacce. «L’investimento, già inserito nel bilancio regionale, è in linea con gli interventi strategici della Regione Marche in tema di rilancio del turismo – commenta il capogruppo in Consiglio regionale, Fabio Urbinati –. La connessione tra costa ed aree interne è, inoltre, proprio una direttrice turistica su cui punta la Regione, passando anche per lo straordinario patrimonio dei borghi marchigiani.

Fabio Urbinati (foto Andrea Vagnoni)

È, dunque, in questo quadro – prosegue Urbinati – che si inserisce il contributo per la riqualificazione di questo teatro all’aperto che anni fa ha ospitato artisti di fama internazionale. Come non ricordare il Summer Festival che ha visto salire sul palco del Teatro delle Fonti artisti del calibro di Daniele Silvestri, Max Gazzè, Almamegretta e 99 Posse, richiamando centinaia di migliaia di persone da regione e fuori regione». L’intervento finanziato dalla Regione riguarderà, in primis, il recupero delle gradinate. «Passo successivo ed indispensabile – sottolinea Urbinati – sarà quello di ripartire il prima possibile con un cartellone di eventi che possa tornare a valorizzare quel luogo e l’offerta turistica dell’intera Riviera delle Palme grazie alla straordinaria del bellissimo comune di Ripatransone». Soddisfatto il sindaco di Ripatransone, Alessandro Lucciarini De Vincenzi, che pone l’accento sull’impegno dell’amministrazione comunale nella ricerca costante di finanziamenti ad hoc per la riqualificazione di luoghi simbolo della città. «In questo contesto – afferma –, la Regione Marche sta fornendo un supporto proficuo. Ringrazio il consigliere regionale Fabio Urbinati per aver caldeggiato nonché previsto lo stanziamento di una somma pari a 40mila euro nel capitolo investimenti della Legge di Bilancio 2019 per il Teatro delle Fonti di Ripatransone. Tale luogo – continua Lucciarini – rappresenta un unicum all’interno del panorama culturale italiano: uno spazio dedicato allo svolgimento di eventi di altissimo valore all’interno del meraviglioso scenario dell’omonima Corte Medievale. Negli anni, è stato sede di manifestazioni di ampio spettro, dai grandi concerti pop fino alla grande lirica passando per il jazz, tutti eventi di assoluta risonanza nazionale nonché capaci di attrarre nel Piceno centinaia di migliaia di spettatori e turisti provenienti da tutta Italia.

Alessandro Lucciarini De Vincenzi (Foto Andrea Vagnoni)

Nelle ultime settimane – aggiunge ancora – abbiamo lavorato sinergicamente senza sosta arrivando ad ottenere conferma di tale stanziamento il 21 dicembre scorso per poi dare seguito al piano in maniera adeguata, spiace rilevare che siano state diffuse notizie infondate, probabilmente da personaggi non impegnati in attività amministrative in perfetto stile “Amarcord”, volte a rimarcare un problema la cui risoluzione era già stata ampiamente presa in carico da questa amministrazione». Il sindaco fornisce poi qualche dettaglio sul progetto di recupero del Teatro delle Fonti. «Verrà strutturato su più stralci funzionali – spiega –. Il primo intervento avrà l’obiettivo di rendere nuovamente utilizzabile lo spazio ai fini di una prossima riapertura per lo svolgimento di eventi culturali adeguati al grande valore del luogo. Il lavoro dell’amministrazione cittadina – conclude – sta proseguendo con lo stesso approccio per riconsegnare presto a Ripatransone la fruibilità di altri due capisaldi del nostro immenso patrimonio storico quali la Pinacoteca Civica ed il Teatro Storico “Luigi Mercantini”».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X