Quantcast
facebook rss

Torna l’Ascoli Maial Fest,
e le ‘mmasciate diventano maggiorenni

ASCOLI - In arrivo tre giorni (18-19-20 gennaio) dedicate alla riscoperta dei sapori e delle tradizioni di una volta. Attesi 200 ospiti anche da Malta, Svizzera e Germania
...

I soci del Club 41 di Ascoli con la “parannanza” dell’edizione 2019 (Foto Renoir)

di Renato Pierantozzi

Il “Maial Fest” compie 18 anni ed è pronto ad accogliere 200 ospiti da tutta Italia. L’evento, organizzato dal Club 41 del presidente Nerio Castellano, è in programma dal 18 al 20 gennaio con tre giorni dedicati a sua “maestà” il maiale. Si inizia venerdì 18 con il “Welcome porky” alla Locanda del Medioevo con cena e uno spettacolo a tema “Pork Zelig”. Sabato 19, invece, uno speciale “Park Bus” accompagnerà gli ospiti all’Oasi La Valle dove è in programma la festa delle tradizioni contadini con giochi, intrattenimento e momenti culturali e il pranzo con le specialità del Piceno. Insieme serata si torna in città per il “Park Gala” all’Hotel 100 Torri. Gran finale domenica con il “Porkwell” all’0leificio Fratoni di Brecciarolo e visita ad Onna (L’Aquila) al centro polifunzionale nato dopo il sisma del 2009 grazie alle donazioni di 4 club (41, Round Table, Agorà e Ladie Circles). «Arriveranno amici da Malta, Germania, Svizzera e naturalmente da tutta Italia (Triste, Merano, Castiglioncello…) -dice il convenor Domenico Vannicola– L’evento ascolano è diventato ormai una tappa fissa contribuendo anche al turismo locale visto che gli alberghi saranno tutti pieni».

Da tutta Italia per il “Maial Fest”, rivive il mito de “li mmasciate” (Foto – Video)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X