Quantcast
facebook rss

Suwareh salva la Maceratese:
con l’Atletico Azzurra Colli
un rocambolesco 2-2 (Fotogallery)

PROMOZIONE - L'attaccante, al primo gol in biancorosso, fissa il punteggio all'Helvia Recina nello scontro diretto playoff. Nel primo tempo fa tutto Stangoni: autogol e pareggio. Dopo la rete di Di Simplicio a inizio ripresa, il 19enne del Gambia firma il pareggio che permette ai biancorossi di restare da soli al terzo posto
...

 

Sulayaman Suwareh, 19enne del Gambia, arrivato ad inizio anno per rinforzare l’attacco biancorosso. Sua la rete del definitivo 2-2

 

di Mauro Giustozzi (foto di Fabio Falcioni)

Rocambolesco 2-2 all’Helvia Recina per una Maceratese che stavolta rimonta una situazione di difficoltà e recrimina per un calcio di rigore non concesso dall’arbitro assolutamente insufficiente nella sua direzione di gara. Viste le condizioni di formazione con cui i biancorossi sono scesi in campo e la forza dell’avversario un punto guadagnato che consente di mantenere la zona playoff. Certo, il bilancio di soli 2 punti in altrettante gare casalinghe è deludente e fa abbandonare ai biancorossi le residue velleità di puntare al primo posto.

Partita dai due volti, con una Rata in difficoltà nel primo tempo e molto più combattiva e presente nella ripresa. Giusto il pareggio finale che ha fotografato una partita noiosa nel primo tempo e scoppiettante nella ripresa. L’ammonizione in cui è incappato Capparuccia e l’infortunio di Arcolai, però, di fatto tolgono di mezzo la coppia dei centrali difensivi in vista della trasferta di Monturano. Dove oltre all’attacco mister Moriconi dovrà inventare anche la difesa. E non sarà semplice. Con Mongiello e Ridolfi malinconicamente seduti in tribuna, formazione praticamente obbligata per mister Moriconi che ripropone Agostinelli titolare con Suwareh al centro dell’attacco. Esordio anche di Tartabini come esterno basso, vista anche l’assenza dell’infortunato Girotti. Avvio di gara a ritmi bassi, con le squadre molto coperte che badano soprattutto a non lasciare spazi agli avversari. Per cui si gioca molto a centrocampo in una sfida equilibrata ma che in avvio non offre spunti degni di cronaca. Al 6’ una punizione di Campana tagliata nell’area picena, nella mischia ci sono un paio di deviazioni aeree da cui scaturisce però solamente un corner per i biancorossi ancora una volta in maglia nera con banda trasversale coi colori sociali. Non succede proprio nulla fino al 22’ quando un’entrata scomposta di Capparuccia su Di Simplicio costa non solo il calcio di punizione agli avversari ma anche un cartellino giallo: il difensore, già diffidato, salterà la prossima partita a Monturano. Piove sul bagnato per la Rata che al 24’ perde anche Arcolai infortunato (stiramento muscolare?) che viene rilevato da Argalia. Passa un minuto e l’Azzurra Colli crea la sua prima ghiotta palla gol: assist di Pirelli per Di Simplicio in area, decentrato, l’attaccante ospite conclude con un rasoterra a fil di palo. Al 31’ squillo della Rata su calcio di punizione: Bigoni scodella in area un bel traversone su cui arriva di testa Capparuccia che spizza la palla parata da Camaioni. Al 41’ incredibile autorete dell’Azzurra Colli che regala il vantaggio inaspettato alla Maceratese: da sinistra un cross innocuo di Massini diventa letale per il difensore centrale ospite che nel tentativo di addomesticare la sfera di petto per girarla al proprio portiere lo beffa clamorosamente alla sua destra. La gioia dei biancorossi però dura poco: nel primo dei due minuti di recupero concessi dall’arbitro i rossoblù si guadagnano il primo corner della propria partita. Dalla battuta dell’angolo arriva ancora Stangoni in proiezione offensiva che dentro l‘area piccola indisturbato di piede pareggia il suo stesso autogol. Evidenziando ancora una volta le difficoltà dell’HR Maceratese sui palloni che arrivano in area soprattutto in occasione dei calci piazzati.

Azzurra Colli che rientra in campo nella ripresa con grande determinazione e raddoppia subito: al 4’ Di Simplicio si fa luce sulla sinistra, salta Tomba in uscita e poi indirizza un tiro verso la porta sguarnita della Rata, con Capparuccia che di testa si salva in angolo. Un minuto dopo arriva il 2-1 ospite: Tartabini perde palla in uscita dalla propria area, sfera che arriva ancora Di Simplicio che prende la mira e con un perfetto pallonetto colloca il pallone all’incrocio dei pali. Partita che diventa in salita per la squadra di Moriconi costretta ad inseguire gli avversari. Clamoroso calcio di rigore negato alla HR Maceratese all’11’: Severoni salta un paio di avversari, entra in area e viene steso da dietro. Penalty sacrosanto per tutti meno che per il pessimo fischietto Bottin di Ancona, peraltro vicinissimo all’azione. Al 20’ la Maceratese si divora la palla del 2-2: Agostinelli innesca in contropiede Suwareh che ha di fronte solo il portiere, indugia troppo e quando tenta di saltarlo in dribbling Camaioni gli carpisce letteralmente la sfera dai piedi. Però clamoroso l’errore del colored biancorosso. Che si riscatta nove minuti dopo: azione insistita della Rata in attacco, colpo di testa di Massini in area per l’attaccante gambiano che in giravolta colpisce la sfera insaccandola nell’angolo più lontano di Camaioni. Un gol che elettrizza il finale di partita. Al 34’ Tomba addomestica una conclusione dalla distanza di Nardini mentre al 40’ Suwareh tenta l’eurogol con una conclusione di pieno collo che sfiora la traversa di Camaioni. Due minuti dopo Danchivskyi colpisce con palla lontana Tommasi e viene espulso: Rata che chiude ancora una volta in inferiorità numerica come domenica scorsa. Ma stavolta il pareggio è più che meritato perché ottenuto in rimonta ed al termine di un secondo tempo giocato con ardore e combattività dai biancorossi.

MACERATESE (4-3-3): Tomba 6; Tartabini 5 (18’st Cervigni 6), Arcolai 6 (24st Argalia 6), Capparuccia 6, Bigoni 6,5; Campana 6, Severoni 6, Moriconi 5; Agostinelli 6 (35’st Danchivskyi 4), Suwareh 6, Massini 6,5. A disposizione: Feliziani, Milanesi, Mariucci, Ghannaoui, Stura, Andreucci. Allenatore: Moriconi 6.

ATLETICO AZZURRA COLLI (4-4-2): Camaioni 7; Acciaroli 6 (39’st Silvestri s.v.), Stangoni 6,5, Cucco 6, Tommasi 6; Spinelli 6 (27’st Lombardi 5), Grilli 6 (20’st Zahraovi 5), Alijevis 6, Nardini 6; Di Simplicio 6,5, Pirelli 6 (39’st Croce s.v.). A disposizione: Gambacorta, Croce, C. Fioravanti, Alfonsi, Bastianelli, Piergallini. Allenatore: M. Fioravanti 6 (Fanì squalificato).

Arbitro: Bottin di Ancona 4.

Reti: 41’pt autogol Stangoni (M), 46’pt Stangoni (A), 5’st Di Simplicio (A), 29’st Suwareh (M).

Note: spettatori 250 circa. Espulso 42’st Danchivskyi (M). Ammoniti: Capparuccia (M), Acciaroli A(), Suwareh (M), Campana (M). Angoli 6-4 per la Maceratese.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X