facebook rss

Dopo oltre 70 anni, la vera
storia del lager di Bolzano

ASCOLI - L'ha ricostruita il direttore dell'Isml Costantino Di Sante nel libro "Criminali", che verrà presentato il prossimo 24 gennaio presso la libreria Rinascita. Tra gli ospiti anche il procuratore Antonino Intelisano e lo scrittore Fabrizio Altieri

Una storia ricostruita per la prima volta a oltre 70 anni di distanza. Quanto avveniva nel lager di Bolzano, come negli altri siti nazisti, era sinonimo di brutalità.  Al termine della guerra, dopo  8 anni carcere, il carnefice Hilde Lächert tornò a Berlino e divenne una spia della Cia. Grazie alla scoperta di una nuovi documenti, lo storico Costantino Di Sante ha ricostruito la storia di quel campo di concentramento (dove vennero internate più di 9.000 persone), partendo dal 1944.

La copertina del libro

E’ questo il tema al centro del libro “Criminali del campo di concentramento di Bolzano“, che verrà presentato giovedì 24 gennaio presso la libreria Rinascita alle 17,30. Oltre all’autore, direttore scientifico dell’Istituto provinciale per la Storia del Movimento di Liberazione nelle Marche e dell’età contemporanea, interverrà Antonino Intelisano, procuratore generale militare emerito presso la Corte di Cassazione. Sarà ospite dell’iniziativa anche lo scrittore Fabrizio Altieri, che si è occupato di Shoa con il suo libro “L’uomo del treno”.
Di Sante incontrerà anche gli studenti presso l’ISC Falcone e Borsellino di Appignano del Tronto il giorno successivo alle 10.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X