facebook rss

Celani caustico sulle primarie:
«Ci sono già state il 4 marzo,
non perdiamo tempo a rifarle»

ASCOLI - Dopo la cena con esponenti di giunta e maggioranza di centrodestra: «Tutti gli amici (o ex?) che si affannano a scrutare ogni mia mossa, redarguendo minacciosamente assessori e consiglieri che hanno il coraggio di partecipare a qualche mia iniziativa, non hanno altro da fare»

La cena in pizzeria, davanti a tutti, tra Piero Celani e una schiera di assessori e consiglieri comunali ha provocato un mezzo terremoto politico. Al punto che, sull’argomento (e non solo) interviene con un post al vetriolo lo stesso ex sindaco e attuale vice presidente del Consiglio regionale che arriva a parlare anche di “ex amici” e di “monarchie”. Che, come sempre, non le manda a dire e rispedisce al mittente anche l’ipotesi delle primarie del centro destra lanciando una frecciata al veleno all’indirizzo soprattutto di Marco Fioravanti, altro aspirante candidato sindaco.

Piero Celani

«I miei genitori -esordisce Celani-  e i nonni, quando era ragazzo, mi ripetevano spesso: “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”, al fine di sollecitarmi a frequentare sempre i migliori. Sono passati un po’ di anni, ed in Ascoli, in campo politico, il detto si è così trasformato: “dimmi con chi stai, con me o con lui”?, che sarei io. Ebbene sì, è bastata una chiacchierata davanti una pizza, in un notissimo locale della città, scelto ad arte, proprio perché tutti ci vedessero, tra il sottoscritto ed alcuni assessori e consiglieri comunali, perché di nuovo partisse “l’interrogativo”: “ Ed ora, dimmi con chi stai?. ..Ed allora, credo sia giunto il momento di soddisfare la curiosità di tutti gli amici ( o ex?) che da anni, ma da tanti anni, si affannano a scrutare ogni mia mossa, al punto di redarguire minacciosamente assessori e consiglieri che hanno il coraggio, o temerarietà, di partecipare a qualche mia iniziativa, o pizzettata. Segno che non hanno null’altro da fare, e le condizioni in cui versa la città lo sta a dimostrare!». Celani continua: «Ebbene -dice- voglio avvisare tutti questi amici, (o ex?) che a giorni mi incontrerò con altri amici, e tanti, sempre in modo il più visibile e trasparente possibile, in modo che qualcuno( o tanti) il giorno dopo, potrà chiamarli per chiedergli: allora dimmi, con chi stai?”Cari amici, ( o ex?) fatevene una ragione, perché nei prossimi mesi dovrete intervistare, tanti, tantissimi ascolani. Tutto ciò, comunque per me non è una sorpresa, ma l’ esatta conferma di ciò che tanti amici, (o ex?) hanno fatto in questi anni nei miei confronti, a volte anche meschinamente.

Palazzo Arengo (Foto Perozzi)

E a loro domando: ma è mai possibile che avete paura politicamente, di un “piccolo” consigliere regionale di campagna, voi che da anni vi ritenete una squadra invincibile, o qualche dubbio comincia a fare capolino? Oppure vi ritenete una monarchia destinata a governare per discendenza divina, quindi guai a chi si contrappone alla corte monarchica?». Capitolo primarie. «Ultima considerazione -dice sempre l’ex sindaco-: ho letto da qualche parte, che per la scelta del prossimo candidato sindaco della città di Ascoli, qualcuno, “vagheggia “ le primarie (sic!) A tutti quelli che la pensano in questo modo, dico che il centro destra ascolano, si è avvantaggiato su questo tema, dato che le primarie si sono già svolte il 4 marzo dello scorso anno, e tutti gli ascolani hanno visto come sono andate, non solo per i candidati, ma anche per l’amministrazione comunale. Quindi perché perdere tempo a ripeterle? Alla prossima puntata, ovviamente non appena mi sollecitate, o come si dice in ascolano: non appena”me’ cementete’!»

rp

Centrodestra, idea primarie Celani a cena con assessori e consiglieri da MisterOk


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X