Quantcast
facebook rss

Palermo ko in casa
con la Salernitana:
inizio del ritorno col botto

SERIE B - E' ricominciato il campionato cadetto. Inatteso tonfo della capolista (1-2) contro la squadra di Gregucci che, in rimonta, conquista i tre punti a tempo scaduto. Solite nove partite diluite in sei puntate tra cui quella di domenica in cui l'Ascoli tenta il colpaccio a Cosenza
...

di Andrea Ferretti

Inizio d’anno col botto in Serie B. Il 2019 della cadetteria comincia con il tonfo della capolista Palermo che deve aver esagerato con… panettone e spumante. Tre settimane non sono state sufficienti per smaltirli tutti, e ne approfitta la Salernitana che passa alla “Favorita” grazie al gol di Casasola al terzo minuto dell’extratime finale. Finisce 1-2 e la vittoria dei campani è ancor più preziosa poichè in rimonta. Segna infatti per primo il Palermo con Jajalo, poi prima del’intervallo il pari di Andrè Andrerson, infine la rete da tre punti del 48’st. Il risultato non fa piacere al Palermo, ma nemmeno all’Ascoli visto che la Salernitana occupava la stessa posizione di classifica (24 punti) dei bianconeri. Sedici squadra devono ancora giocare per completare il turno, ma i tre punti fanno sicuramante compiere alla Salernitana un notevole salto in avanti. Quella di Palermo è stata la prima di nove sfide, diluite in sei puntate. Domenica la più alta concentrazione con tre match alle 15 e uno alle 18. Poi altri tre domenica (due nel pomeriggio, tra cui Cosenza-Ascoli) e una sotto i riflettori, quindi la notturna che lunedì chiude la giornata numero 20 della stagione 2018-2019. La prima di ritorno vede subito uno scontro diretto a tinte giallorosse che si gioca in Puglia tra Lecce e Benevento, con i campani che sperano di compiere l’operazione sorpasso per assestarsi in quella posizione che alla vigilia del torneo tutti davano per scontata. Interessante anche la sfida del “Curi” tra Perugia e Brescia, con le rondinelle che hanno chiuso la prima parte di campionato al secondo posto acciuffate alla fine dal Pescara di Pillon che, a parte qualche piccolo passo falso, è stata la squadra che insieme al Palermo ha mostrato maggiore continuità. L’Ascoli spera nel colpaccio, ma anche in un passo falso del Perugia. Due risultati che, se combinati, permetterebbero alla squadra di Vivarini di piazzarsi in quella griglia playoff che nel girone di andata ha solamente accarezzato. Interessante il derby veneto tra Padova e Verona con gli scaligeri che da inizio stagione cercano un salto di qualità, che ancora non arriva. Vacanze prolungate per il Livorno (autore di un grande finale di andata) che per primo osserva il turno di riposo. Ma tanto, prima o poi, toccherà a tutte.

Gregucci, allenatore (sorridente) della Salernitana

LE PARTITE DELLA PRIMA GIORNATA DI RITORNO

Venerdì 18 gennaio ore 21: Palermo-Salernitana 1-2

Sabato 19 gennaio ore 15: Lecce-Benevento, Crotone-Cittadella, Carpi-Foggia

Sabato 19 gennaio ore 18: Perugia-Brescia

Domenica 20 gennaio ore 15: Cosenza-Ascoli, Padova-Verona

Domenica 20 gennaio ore 21: Pescara-Cremonese

Lunedì 21 gennaio ore 21: Spezia-Venezia

Riposa: Livorno

LA CLASSIFICA: Palermo 37 punti, Brescia e Pescara 32, Verona e Lecce 30, Benevento 29, Salernitana 27; Spezia, Perugia e Cittadella 26, Ascoli 24, Cremonese 22, Venezia 21, Cosenza 19, Carpi 17, Livorno 15, Crotone e Foggia 13, Padova 12.

I MARCATORI

14 gol Donnarumma (Brescia)

12 gol Mancuso (Pescara)

8 gol Coda (Benevento), Pazzini (Verona)

7 gol Vido (Perugia)

6 gol La Mantia (Lecce), Nestorovski (Palermo), Palombi (Lecce), Verre (Perugia), Torregrossa (Brescia), Diamanti (Livorno)

5 gol Bocalon (Salernitana), Bonazzoli (Padova), Di Mariano (Venezia), Finotto (Cittadella), Mancosu (Lecce), Okereke (Spezia), Tutino (Cosenza)

4 gol Ardemagni e Brosco (Ascoli), Casasola (Salernitana), Falco (Lecce), Giannetti (Livorno), Mazzeo (Foggia), Morosini (Brescia), M. Ricci e Pierini (Spezia), Schenetti e Strizzolo (Cittadella), Kragl (Foggia), Trajkovski (Palermo), Firenze e Kwankwo (Crotone)

3 gol Cavion (Ascoli), Bandinelli e Insigne (Benevento), Bartolomei (Spezia), Bisoli (Brescia), Capello e Cappelletti (Padova), Citro (Venezia); Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana), Budimir (Crotone), Di Carmine (Verona), Jelenic (Carpi), Iori (Cittadella), Gerbo (Foggia), Maniero (Cosenza), Melchiorri (Perugia), Brugman e Monachello (Pescara), Piccolo e Mogos (Cremonese), Mokulu (Carpi); Falletti, Moreo e Puscas (Palermo)

2 gol Asencio, Improta e F. Ricci (Benevento), Baclet (Cosenza); Castrovilli, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese), Ganz e Ninkovic (Ascoli); Clemenza, Mazzocco, Cappelletti e Ravanelli (Padova); Iemmello, Loiacono, Tonucci, Deli, Galano, Camporese e Cicerelli (Foggia), Ryder Matos e Caracciolo (Verona); Pasciuti, Vano e Concas (Carpi), Bentivoglio (Venezia); Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara), Rosina (Salernitana), Scavone e Tabanelli (Lecce), Raicevic (Livorno); Galabinov, Gyasi e Crimi (Spezia), Henderson e Zaccagni (Verona), Kouan (Perugia), Jajalo, Rajkovic e Salvi (Palermo), Tremolada (Brescia)

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X